Agostino Origlio è il nuovo allenatore della Psa Partenope Sant’Antimo

La PSA comunica di aver affidato la conduzione tecnica della prima squadra ad Agostino Origlio, 46 anni, che dirigerà questa sera il primo allenamento al PalaPuca ed esordirà alla guida della Geko già domenica a Scauri contro Formia.

Nato a Capo D’Orlando il 14 giugno 1974, Agostino Origlio ha iniziato la sua carriera da allenatore nel settore giovanile dell’Orlandina Basket, dove ha trascorso 5 anni tra il 96 ed il 2001. E’ poi stato assistente in prima squadra fino al 2003, quando si è trasferito a Teramo come secondo di Franco Gramenzi. Tra il 2004 e il 2006 le prime esperienze da capo allenatore in C con Rosignano Solvay e Oristano, quindi il ritorno nello staff di Gramenzi a Veroli dove arriva una importante promozione in LegaDue. Nel 2008 viene chiamato da Giovanni Perdichizzi a Brindisi, dove resta fino al 2011 conquistando una nuova promozione, stavolta in A1, poi torna alla corte di Gramenzi, a Ferentino in A2, dove resta per 4 anni fino al 2015. La tappa successiva è Valmontone, in B, dove da capo allenatore porta la squadra ai play off e alle Final Four di Coppa Italia. Nel 2017 subentra nel finale di stagione a Cerignola quindi, nel giugno del 2018, firma a Matera con cui è rimasto fino a due mesi orsono, quando la società lucana ha comunicato la sua rinuncia al campionato nell’immediata vigilia del debutto. Nella città dei sassi ha conquistato un quarto posto ed una semifinale play off al primo anno e nel secondo, interrotto dal Covid a marzo scorso, era terzo in classifica con 18 vittorie in 23 partite.

“In questi momenti noi allenatori viviamo sempre sensazioni contrapposte – dice coach Origlio -:  da una parte c’è la solidarietà per coach Patrizio, un collega molto preparato che ho avuto modo di apprezzare in campo, dall’altra l’entusiasmo per questa nuova opportunità che mi è stata offerta dalla proprietà di Sant’Antimo e dal Gm Di Donato e che mi permette di tornare in panchina dopo la brusca interruzione del mio percorso con Matera. Sono carico e determinato, chiaro che avrei preferito avere qualche giorno in più per lavorare sulla squadra prima di giocare ma sono sicuro che ai ragazzi tornare subito sul parquet, con Formia, farà bene. La squadra? Ci sono tanti giocatori esperti, molti li ho affrontati negli anni scorsi, ma ho sempre pensato che quello che conta è l’insieme, non i singoli, quindi un quadro preciso lo avrò solo dopo qualche allenamento – continua l’allenatore siciliano –. L’obiettivo ovviamente è metterci alle spalle questo momento difficile e recuperare un ruolino di marcia più consono a quelle che erano le aspettative della società”.

“Quando ci siamo ritrovati a dover cercare un allenatore che potesse riportarci in carreggiata Agostino Origlio ha rappresentato la nostra prima scelta – dice il GM della PSA Vittorio Di Donato –. Conosco la persona e il professionista, ha tutte le carte in regola per aiutarci in questo momento di grande difficoltà. In più, ha mostrato un entusiasmo travolgente sin dal primo contatto avuto e questo è sicuramente un ottimo viatico per questa sua e nostra nuova avventura”