Agrigento è già aggressiva, ma l’Orlandina vince “Caltanissetta al centro del basket”

Edwards al Palacarelli di Caltanissetta
Edwards al Palacarelli di Caltanissetta

CALTANISSETTA – DAL NOSTRO INVIATO. Prima uscita stagionale per la Betaland Capo d’Orlando di Gennaro Di Carlo vinta contro la Moncada Agrigento di Franco Ciani, eccellente per concentrazione e aggressività per tutti i 40′ di gioco. Tenacia che però non è bastata ai Giganti, nonostante le imperfezioni dei paladini, per vincere la seconda gara disputata durante la preparazione all’inizio del campionato: l’Orlandina l’ha spuntata negli ultimi 5′ della gara grazie a 7 punti consecutivi di Wojciechowski (con stoppata) e il canestro di Delas, resistendo alle fiammante di Penny Williams che aveva riportato gli agrigentini sul -2 a 20″.

Nel primo quarto palle rubate, rimbalzi in difesa ed attacco sono stati i fondamentali con cui la Moncada ha agganciato subito l’inerzia, senza però scavare il solco. Nonostante gli errori della Betaland, le basse percentuali al tiro hanno sostanzialmente posto sullo stesso piano il rendimento delle due formazioni.
Il canestro di Kulboka e quello conclusivo di Cannon hanno chiuso il primo quarto con un punto di scarto a sfavore dell’Orlandina (11-12).

Pepe e Ambrosin scuotono la retina di Capo d’Orlando ad inizio del secondo tempino portando Agrigento sul +5. Bastano due schiacciate in contropiede e un’uscita di Alibegovic dal blocco portato dal giovane Andrea Donda alla Betaland per tornare in gara. Sfruttando le poche distrazioni sui tagli di Agrigento, i paladini sono saliti poi fino al +10 (27-17). La reazione dei biancazzurri arrivata così da Ambrosin, Penny Williams e Isacco Lovisotto, quest’ultimo autore di 4 punti finali che hanno riportato “gli ospiti” in vantaggio sul 29-31.

Stanchezza e gioco duro hanno caratterizzato una terza frazione ancora giocata su binari di sostanziale equilibrio, poi l’ultima decisiva frazione. Nel quarto quarto al break dell’Orlandina firmato Strautins e Inglis, hanno risposto canestri e assistenza di Evangelisti ed Ambrosin. Agrigento ritrova il -2, ma viene fermata dalla grande voglia di Jakub Wojciechowski. Diventano 7 i suoi punti personali, corredati anche da una stoppata su Rotondo. A canestro per i paladini ancora Strautins, Alibegovic, Delas e su questo piccolo “patrimonio” finale la Betaland costruisce la prima vittoria stagionale, nonostante la rimontata tentata per Agrigento da Pendarvis Williams.

Durante l’intervallo premio per il play nisseno della Fortitudo Moncada Ruben Zugno. Fip Sicilia è stata partner della manifestazione, presente al PalaCarelli il presidente regionale Riccardo Caruso, il vice presidente Salvo Curella insieme al delegato territoriale Calogero Terrana.

Tabellino:

Betaland Capo d’Orlando – Moncada Agrigento 69-65 (11-12; 29-31; 44-48)

Betaland Capo d’Orlando: Galipò ne, Alibegovic 13, Ihring 4, Inglis 14, Kulboka 3, Laganà ne, Talton 2, Strautins 5, Delas 5, Edwards 7, Wojciechowski 16, Donda. All. Gennaro Di Carlo

Moncada Agrigento: Savoca ne, Rotondo 9, Cannon 14, Zugno ne, Evangelisti 9, Cuffaro ne, Magro ne, Williams 12, Ambrosin 12, Guariglia, Pepe 4, Lovisotto 5. All. Franco Cian