Alfa ancora sconfitta, ma alla pari con Matera. Nico Torrisi (presidente): “Ho visto attaccamento alla maglia”

Il presidente Nico Torrisi nella foto di Vincenzo Ferraro

L’Alfa Basket Catania ha accarezzato la possibilità di compiere l’impresa, in casa, ospitando l’Olimpia Bawer Matera del coach orladino (ormai residente a Roma) Agostino Origlio. I siciliani allenati da Massimo Guerra hanno tenuto in scacco gli ospiti imponendo il proprio gioco e sfoderando una difesa arcigna dal primo minuto. Ma non è bastato. Il pesantissimo parziale, 10-28, realizzato da Matera (terza in classifica) si è rivelato alla lunga fatale nonostante le triple di Alessandro Agosta, alla fine mvp della gara con 25 punti. Il match è terminato 80-98.

Si può essere soddisfatti della propria squadra dopo aver perso una partita?”, lo ha domandato il presidente dell’Alfa Basket Nico Torrisi dai propri social, dando una risposta che serve a restituire serenità ad un ambiente che desidera fortemente la permanenza in Serie B.

Si, se capita contro una avversaria fortissima e dopo aver dimostrato attaccamento alla maglia e voglia di riscatto. Stasera – ha scritto il presidente Torrisi – applausi dai nostri tifosi per Alessandro Agosta, Georgi Sirakov, Joseph Vita Sadi e compagni. Menzione speciale per i giovanissimi Ruggero Elisa e Giuliano La Spina“.

Sabato 9 febbraio l’Alfa tornerà al PalaCatania per ospitare la Viola Reggio Calabria, sesta in classifica nonostante i noti problemi societari che la caratterizzano da inizio anno. All’andata fini con un durissimo 77-38.