Alfa Basket Catania saluta la Serie B, le prime parole del presidente Nico Torrisi

ALFA CATANIA 74

VIRTUS VALMONTONE 75

Alfa Catania: Savoca, Gatti 20, Gottini, Consoli 3, Provenzani 16, Agosta 4, Mavric 8, Vita Sadi 12, Sirakov 9, Abramo 2. Allenatore: Guerra.

Virtus Valmontone: Grilli 16, Pichi 6, Livelli 6, Ruiu 6, Ugolini, Misolic ne, Pierangeli ne, Scodavolpe 21, Sabbatino 12, Bisconti 8. Allenatore: Mattioli.

Arbitri: Borrelli e Rodia.

Parziali: 17-17, 36-36, 56-55.

Valmontone chiude la “serie” al PalaCatania. Con un episodio fortunato, a due secondi dal suono della sirena, Tommaso Pichi consegna la vittoria e la salvezza in Serie B alla squadra ospite. Una vera beffa per l’Alfa Catania, che in vantaggio di un punto pregustava già gara 4. Sul successivo tiro di Sirakov che non tocca il ferro si spengono le speranze del quintetto rossazzurro. Sul parquet fa festa la Virtus Valmontone. Tanta delusione in casa Catania. Le lacrime di Vincenzo Provenzani, consolato da coach Massimo Guerra, sono la fotografia di una partita tesa, combattuta e dall’epilogo amarissimo per i padroni di casa. Ancora una volta in questa stagione è mancata l’attenzione giusta per portare a casa il successo. L’Alfa Catania saluta la Serie B Old Wild West. Ma rilancia con slancio e tenacia. Si riparte e si farà tesoro degli errori commessi in questo primo storico campionato di Serie B. Le basi ci sono e sono solide. “Siamo una società giovane e abbiamo commesso molti errori in questo primo campionato di serie B – afferma il Presidente alfista Nico Torrisi – . L’importante è capire in cosa si è sbagliato e farne tesoro, ripartendo dalle tante cose buone. Il progetto AlfaCus, legato alla crescita del settore giovanile, andrà avanti con entusiasmo e la prima squadra risorgerà come l’araba fenice. Forza AlfaCus e morte ai cucchi!”