Alma Patti, l’A2 porta ad una nuova costruzione societaria

A poche settimane dall’annuncio della Serie A2 l’attività di formazione dell’Alma Patti 2020-2021 ha preso il via non solo con l’allestimento del roster, ma con la formazione di un organigramma societario nuovo, strutturato e orientato ad un progettazione pluriennale. A spiegare tutti gli step di questo cammino prestigioso per la società siciliana è il presidente Attilio Scarcella, massimo riferimento del progetto Patti. 

Dal primo luglio in poi è iniziato un continuo e frequente contatto con la Federazione. Abbiamo saputo della richiesta di Bolzano e di Firenze e rimaneva un posto libero che siamo stati meritevoli di occupare considerati i trascorsi“.

Attilio Scarcella si avvicina da poco alla pallacanestro femminile, ma..

Non sono nuovo allo sport – spiega – per me lo sport è l’altra parte della medaglia di una vita fatta di lavoro e famiglia. Per quel che mi riguarda quest’impegno è per i giovani di Patti, per garantirgli un’alternativa al quotidiano e un’attività completamentare allo studio. Portare persone al palazzetto fa piacere, nell’impegno verso lo sport c’è una mission sociale. Quest’avventura sarà molto importante perché pilastro per costruire attorno a questa società la crescita di giovani sportivi che si avvicinano ad una disciplina fantastica“.

Con l’iscrizione in A2 Patti si adeguerà alle necessità portate da un campionato professionale.

Sto rivedendo l’organigramma e un po’ tutti i compiti costruendo una nuova classe dirigenziale che vada a coprire i ruoli necessari. Cureremo lo staff tecnico sportivo, il marketing e la comunicazione, avremo un addetto alla logistica perché ci sono già richieste di alcuni genitori che vorrebbero portare i figli qui a Patti a giocare. È la seconda società più importante in Sicilia nel panorama femminile e questo chiede un’organizzazione adeguata. Non è semplice sistemare tutto in breve tempo, dobbiamo attenzionare una serie di aspetti. Abbiamo davanti un campionati fatto di oneri e onori“.

Capitolo mercato.

Ci siamo messi a lavoro subito dopo l’iscrizione – spiega il presidente Attilio Scarcella – rivolgendoci a procuratori importanti, questa settimana abbiamo chiuso tutto il quintetto base“.