AMICHEVOLI. Buon test per la Fortitudo Messina contro l’Amatori

Amichevole-Fortitudo Messina - Amatori
Amichevole-Fortitudo Messina - Amatori

Seconda amichevole precampionato per la Fortitudo Messina e seconda vittoria ancora contro una squadra di categoria superiore.

Dopo la gara vinta (59-52) lo scorso 12 settembre a domicilio contro il Minibasket Milazzo che parteciperà al prossimo torneo di C Silver, la formazione di coach Dani Baldaro ha superato mercoledì 19 al PalaTracuzzi l’Amatori Messina. Il risultato finale premia gli uomini Baldaro che si impongono per 74-67 (23-14, 15-23, 17-9, 19-21) al termine di una gara combattuta e giocata dalle due formazioni con gli alti e bassi tipici di una gara di inizio stagione e peraltro amichevole.

In tanti si presentano con le gambe imballate per la preparazione fisica ancora in piena evoluzione e i due coach mirano chiaramente più a rodare gli schemi e perfezionare i particolari che al risultato finale. La Fortitudo deve ancora rinunciare al talento di Peppe Centorrino, ai box da inizio preparazione per un problema a un piede che tarda a guarire.

Appare già buona la condizione del giovane play Roberto Bellomo e si ha chiaramente la sensazione che la manovra della squadra non potrà prescindere dalla presenza del giovane play messinese.  A fine match, e dopo 34 minuti giocati, per lui 17 punti con il 75% da 2 punti e l’83% dalla lunetta.

Top scorer per la Fortitudo il “solito” Cavalieri con 20 punti, il 63% da 2, il 50% da 3 e il 57% dalla lunetta.

Cavalla” appare già in clima campionato schiumando rabbia agonistica e dispensando consigli in campo ai più giovani compagni con il solito carisma per gli interi 40 minuti (di cui 30 in campo).

L’altro nuovo acquisto Andrea Squillaci dà il solito contributo di fosforo restando in campo per 35 minuti; per lui 8 punti con l’80% da 2 punti.

Solita prestazione di sostanza per Salvo Lanza che mette a segno 11 punti nei 22 minuti giocati, con il 100% da 2 e dalla lunetta e un buon 40% da 3.

23 minuti e 6 punti per il lungo Barlassina. Buono anche il contributo di Sturniolo (8 punti e il 67 % da 2) e dell’esperto play Adorno. E ancora Bonfiglio che disputa 17 minuti pur con qualche problema fisico.  Pur se per pochi minuti, coach Baldaro concede scampoli di partita anche ai giovanissimi Cordima, Trovatello e Russo.

Pur con qualche pausa fisiologica in questa fase della stagione, la Fortitudo dà la sensazione per lunghi tratti di poter indirizzare la gara nella direzione voluta grazie ai cambi di ritmo in fase offensiva o con tanta intensità in fase di non possesso.

Aspettando con ansia il rientro di Centorrino, elemento fondamentale in qualsiasi quintetto in serie D o anche in categoria superiore, e a 25 giorni dalle gare che contano, la Fortitudo Messina sembra aver imboccato la strada giusta per poter ben figurare nel prossimo campionato.

Con questa premesse Dani Baldaro dall’alto della sua esperienza e competenza può guardare al futuro con ottimismo ancor di più dopo i due match disputati e vinti contro formazioni di categoria superiore, dando dimostrazione di sicurezza e compattezza.