Arriva la terza vittoria consecutiva, la seconda contro una delle corazzate del campionato!

Stella Basket Palermo, lo scorso sabato pomeriggio al Palamangano si è imposta con il punteggio di 68-67 sulla Rainbow Catania, arrivata a in città da prima in classifica.

Il primo quarto fa subito intendere che sarà una partita dettata dall’equilibrio.

Coach Zanet scende in campo con Ciriminna, Matera, Celona, Riccardi e con Cafiso che torna sul parquet dopo quasi due mesi di assenza a causa dell’infortunio riportato alla caviglia contro Catanzaro.

Tra le palermitane si ergono subito protagoniste in attacco Riccardi e Matera. Tra le fila ospiti le più concrete sono Chiarella sotto canestro e Licciardello dall’arco dei tre punti.

Il primo quarto si chiude in perfetta parità sul punteggio di 17-17.

Il secondo quarto procede con gli stessi ritmi del primo, con le due squadre che si rispondono colpo su colpo. Si va alla pausa lunga con il tabellone luminoso che segna il punteggio di 27-31.

Il ritorno in campo vede Ciriminna e compagne poco concrete, mentre le catanesi con le triple di Parisi e Aleo fanno registrare un parziale di 0-10 e costringono coach Zanet a richiamare le proprie ragazze in panchina e schiarire un po le idee. I richiami dell’allenatore palermitano scuotono Riccardi e compagne, che con delle belle azioni corali con la palla che gira veloce e con una difesa forte che non permette alle catanesi di trovare facili conclusioni, costringe le avversarie a parecchie palle perse. Le padrone di casa riagganciano la partita e chiudono il terzo quarto con un vantaggio di due punti, sul 43-41.

Nell’ultimo quarto di gioco le palermitane cominciano a concretizzare anche dall’arco dei tre punti, con due triple di Riccardi, una di Matera e una allo scadere dei 24 secondi di Cafiso. Ma è sempre la difesa a fare la differenza. Celona e Bianco sotto canestro mettono in notevole difficoltà Chiarella e La Manna, nonostante la differenza di centimetri. A pochi secondi dalla fine del quarto, quando il punteggio è in perfetta parità, il ferro decide di sputare un tiro in penetrazione di Riccardi che avrebbe segnato la vittoria della Stella. Si va quindi all’overtime. Il tabellone segna 58-58.

Il mini-tempino vede le catanesi molto nervose, con gli arbitri impegnati a fischiare contatti da entrambe le parti. Entrambe le squadre vogliono portare a casa la vittoria e nessuna delle due è disposta a mollare. Con le squadre in bonus, saranno i liberi a fare la differenza. A 1 minuto dalla fine, le catanesi perdono La Manna per cinque falli, quando il punteggio è ancora in perfetta parità sul 66-66. Il secondo overtime sembra vicino, ma un lancio lungo di Cafiso dalla rimessa dal fondo, lancia Ciriminna a canestro, con conseguente fallo subito. La play palermitana sembra non sentire il peso della palla, e segna entrambi i tiri liberi a sua disposizione. A 33 secondi dalla fine Riccardi esce per 5 falli ed al suo posto subentra Bianco.

Sono attimi con una tensione altissima, le palermitane vedono la vittoria ad un passo, ma le catanesi non mollano. A pochissimi secondi dalla fine, gli arbitri fischiano un fallo in favore della Rainbow. Si va alla lunetta. La Rainbow fa 1/2. Le catanesi difendono forte sulla rimessa chiudendo tutte le linee di passaggio e Chiarella riesce  a sporcare la palla, mandandola fuori e concedendo una rimessa laterale. La partita sembra finita, ma il tabellone segna 3 decimi. Bianco alla rimessa consegna la palla a Ciriminna, che scappa via evitando il fallo tentato da Chiarella. Stavolta non c’è più tempo. La Stella vince con il punteggio di 68-67 una partita tiratissima, portando a casa altri due punti pesanti. 

L’ANALISI

Scoppia la gioia. Le ragazze corrono ad abbracciare il capitano Alessandra Vigilante, assente a causa di un infortunio occorso in settimana. I pronostici anche questa settimana sono stati sfatati. Dopo la vittoria con il CusUnime, forse nessuno credeva che la Stella riuscisse a battere anche la prima della classe. Ci hanno creduto squadra e allenatore, e questo è bastato! Il lavoro fatto durante le settimane comincia a dare i suoi frutti e le ragazze stanno dimostrando di essere un gruppo unito, coeso che non ha paura della differenza fisica e tecnica che ci può essere rispetto alle avversarie, ma che gioca ogni partita con la convinzione di poter portare il risultato a casa.

La Rainbow con questa sconfitta e con la vittoria di Patti in casa del Trapani, perde il primato in classifica. Proprio Patti sarà la prossima avversaria della Stella, nella gara che si disputerà domenica pomeriggio. I pronostici sono ancora una volta a sfavore delle ragazze della Stella, ma Riccardi e compagne hanno dimostrato che questi possono essere sfatati.

Stella Basket Palermo-Rainbow Catania 68-67 (17-17;27-31;43-41;58-58)

Stella Basket Palermo : Celona 6, Cerasola ne, Vento, Riccardi 25, Ventimiglia, Cassetti ne, Cafiso 3, Ciriminna 13, Matera 18, Craciun ne, Bianco 3. All.: Zanet

Rainbow Catania: Diop 2, Nucera 6, Ferlito 7, Caruso 2, Aleo 12, Bruno ne, Parisi 3, Iuliano, Chiarella 15, La Manna 12, Spina ne, Licciardello 8. All.: Bruni