B FEMM. Rainbow Viagrande schiera anche Seino, ma Gara 1 è di I Have a Team Ragusa

Gianni Catanzaro allenatore Rainbow Viagrande

Non è bastata un’ottima reazione nella seconda parte di gara alla Rainbow Viagrande Gruppo ALTEA per far sua Gara 1 delle finali play off siciliane di Serie B, giocatasi ieri sera al “PalaMinardi” di Ragusa.

La prima sfida della serie vede il successo di I Have a Team per 68-61. Approccio partita da dimenticare per le viagrandesi, che dopo aver siglato il primo canestro della sfida con Mbombo, subiscono l’accelerazione delle padrone di casa, trascinate da Sammartino, che nel giro di pochi istanti scava il solco con due triple di fila. La Rainbow carbura più lentamente, ma poi subisce l’allungo nel finale di frazione con Sammartino e Salice che portano lo score sul 26-15 alla prima sirena. Nel secondo quarto le iblee spingono ancora sull’asse Tumeo – Sammartino – Salice e lo svantaggio etneo si dilata fino al 41-27 di metà partita.

Nel terzo parziale Guerri e compagne registrano la difesa e ritrovano convizione e precisione sotto canestro, rilanciate anche dalle triple di Giulia Spampinato, con il 15-19 del quarto che tiene aperta la sfida in vista degli ultimi dieci minuti (56-46). Nell’ultimo tempo, dopo lo scatto iniziale delle ragusane, con la solita Sammartino, le ragazze di coach Catanzaro riescono a ridurre sensibilmente lo svantaggio, ritrovando l’apporto delle lunghe, La Manna e Karambatsa, e con l’ennesimo “+3” di Spampinato, che ad un paio di minuti dalla fine portano il conto sul 63-58. Nel finale qualche frenesia di troppo costa alla Rainbow il nuovo allungo delle avversarie che si aggiudicano il primo atto. Gara 2, adesso, sarà decisiva per la Rainbow Viagrande, per riequilibrare la serie e tornare a Ragusa, domenica prossima in Gara 3, per giocarsi il titolo regionale di Serie B e l’accesso al tabellone nazionale dei play off per la Serie A2.

Nel post partita coach Catanzaro commenta la gara:“Grinta e orgoglio non bastano quando dai il totale controllo del gioco nel primo quarto, e abbondantemente del secondo, ad avversarie del genere e andare sul -18 complica tutto. Siamo state più brave a recuperare nel terzo tempo, anche grazie ad una difesa più attenta, ma era tardi per recuperare facilmente. C’è stato un momento, sul -5, in cui potevamo recuperare, ma abbiamo pensato di poterlo fare individualmente e non da squadra. Queste sono cose che abbiamo pagato. Giovedì? Servirà tutto quello che non c’è stato stasera. Servirà giocare un primo quarto attento, aggressivo. Servirà, sul nostro campo, far capire qual è il nostro gioco e non aver paura di quanto accaduto in Gara 1. Credo che potremo vincere in casa e poi tornare qui non per ripetere questa prestazione ma per provare ad andare avanti. Adesso resettiamo e pensiamo a giovedì”.

TABELLINO

I HAVE A TEAM – RAINBOW VIAGRANDE GRUPPO ALTEA 68-61

I HAVE A TEAM: Tumeo 13; Sammartino 24; Occhipinti 3; Trovato 4; Mallo; Marchese ne; Bucchieri 7; Buscemi ne; Terrone ne; Scalone ne; Salice 13; Di Fine 4. Coach: Baglieri.

RAINBOW VIAGRANDE: Amico; Guerri 5; Licciardello; Baglieri 2; Mbombo 14; Spampinato 14; Karambatsa 14; Terranella ne; Seino; La Manna 10; Lombardo 2; Venticinque ne. Coach: Catanzaro

PARZIALI: 26-15; 41-27; 56-46

Primo arbitro: Matteo Fillesi (Chiaramonte Gulfi, RG)