C FEMM. L’Ecoil Lazur manda ko il Cus Catania nel derby: +21 finale. Adele Amara mvp

L’Ecoil Lazur Catania stende 54-33 il Cus Catania al Leonardo da Vinci nel terzo derby etneo della stagione 2017/2018. Risultato del match che quasi non rispecchia l’andamento della gara, perché il +21 finale è figlio di parziali anche più ampi, come il 20-1 al primo quarto e il 32-7 del secondo.

Serata dura per le ospiti, sfortunate al tiro, ma soprattutto scese sul parquet con una stoica Martina De Lucia influenzata e senza coach Laudani. Pochi fischi innervosiscono le cussine che si vedono fischiato un tecnico a Pappalardo. Le padrone di casa dal canto loro non badano al metro e mandano subito a referto venti punti in un quarto, “limitandosi” a gestire la gara e “scivolando” solo nell’ultima frazione. Coach Caltabiano sceglie, infatti, di dare ampio spazio alla panchina con oltre 5′ da giocare e le ospiti sono brave ad approfittarne per ridurre almeno il divario e vincere l’ultima frazione (10-16)

Top scorer dell’incontro Adele Amara con 15 punti per l’Ecoil, ben supportata dalle compagne Desi, Cardea, Pafumi e Hristova. Da evidenziare la prestazione coraggiosa della cussina Alessia Granata (6 punti) a lungo ferma ai box per infortunio, praticamente ininfluente l’assenza della riserva Germana Barbagallo, infortunata ma comunque presente sugli spalti ad incoraggiare le compagne, data l’ottima gestione della regia condotta in tandem da Giuliana Messina (9 punti) e la veterana Stefania D’Angelo (6 punti).

Ecoil Lazur Catania – Cus Catania 54-33

Lazur: Scaccianoce, Repede 2, Hristova 9, Pafumi 5, Indorato, Cicciù 3, Desi 9, Amara 15, Cardea 5, Borzì 5, Licciardello. All.: Caltabiano

Cus: Astuti ne, De Lucia 4, Pappalardo, D’Angelo 6, Messina 9, Di Stefano 2, Granata 6, Mirabella, Barbagallo ne, Patanè, Privitera 6.

Parziale: 20-1, 12-6, 12-10, 10-16