C GOLD. Green Basket ospita Gela all’esordio, Verderosa: “Rammarico per le poche amichevoli, vista la difficoltà di reperirne in questa zona della Sicilia”

Coach Marco Verderosa

igilia d’esordio per Green Basket Palermo, attesa dal primo match in Serie C Gold contro il Melfa’s Gela, in programma domani alle 18 al PalaCus, a causa dell’inagibilità del PalaMangano. Si inizia a fare sul serio, dunque, per il nuovo roster allenato da coach Marco Verderosa e che ha visto diversi nuovi innesti rispetto alla passata stagione in Serie B.

Un gruppo giovane, impreziosito dallo zoccolo duro formato da capitan Lombardo, dal play veterano Dimarco e dal centro di casa Green Giuseppe Caronna. In estate, la dirigenza ha arricchito lo spogliatoio di qualità e centimetri con gli arrivi dell’italiano Signorini e degli stranieri Buterlevicius (presenze anche in Champions League in Lituania), Vucenovic e Stankovic, ripartendo poi dai palermitanissimi Bruno, Moltrasio e Audino.

«Ci troviamo esattamente dove ci saremmo dovuti trovare a questo punto della stagione – spiega coach Verderosa -. Finiti i carichi di preparazione, già da alcune settimane lavoriamo parecchio più sul campo. Siamo una squadra abbastanza nuova, a parte il nucleo dell’anno scorso, e stiamo provando a fare amalgamare tutti. C’è il rammarico di non aver potuto svolgere molte amichevoli, vista la difficoltà di reperirne in questa zona della Sicilia. Penso, però, che siamo pronti per la prima di campionato».Primo avversario della stagione sarà il Melfa’s Gela allenato da coach Bernardo, capace di puntellare sapientemente il roster che neanche tre mesi fa lottava in C Silver in una stagione inevitabilmente segnata dalla breve durata causa pandemia. All’esperienza dei fratelli Gaspare ed Emanuele Caiola, si aggiungono le capacità offensive di guardie talentuose come l’ex Agrigento Moricca, l’ala scuola Stella Azzurra Fabio Gazzillo e l’imprevedibilità dell’esterno Daniele Tinto.
«Sarà un campionato tutto da scoprire, almeno nelle prime giornate – prosegue l’allenatore dei biancoverdi -. Conosciamo diversi giocatori di Gela e posso dire che si tratta di una squadra ben allenata, conosco coach Bernardo e anzi non vedo l’ora di incontrarlo perchè è un grandissimo amico. Mi aspetto un avversario arrembante, che farà di tutto per metterci in difficoltà. Sono più ‘piccoli’ di noi, quindi mi aspetto una partita aggressiva dal punto di vista fisico e del ritmo».Non sarà il parquet di casa del PalaMangano a ‘battezzare’ la stagione dei palermitani, dal momento che non è stato possibile scongiurare una inagibilità paventata da mesi. Il match si svolgerà al PalaCus: «Ritengo sia davvero una vergogna la situazione in cui ci troviamo con il PalaMangano – tuona Verderosa -. Posso solo ringraziare i fratelli Mantia e chi rappresenta questa società, perchè francamente non so quante altre organizzazioni avrebbero reagito in questo modo, trovando ancora una volta la soluzione su inadempienze di altri. Sicuramente non poter giocare sul ‘nostro’ parquet sarà strano, ma non vogliamo alibi. Giocheremo al PalaCus, saremo sempre a Palermo, e spero di poter rivedere un po’ di gente con la maglietta Green sugli spalti».

Palla a due domani, domenica 10 ottobre alle ore 18 al PalaCus di via Altofonte, che sarà alzata dagli arbitri Calogero Cappello e Carmelo Fiannaca di Porto Empedocle (AG). L’ingresso al palazzetto sarà permesso nelle limitazioni delle vigenti normative anti-Covid.