C GOLD. La Nuova Pallacanestro Messina conferma coach Beto Manzo

Coach Beto Manzo e Carmelo Caruso con la coppa di campioni C Silver Sicilia 2021
Coach Beto Manzo e Carmelo Caruso con la coppa di campioni C Silver Sicilia 2021

La Nuova Pallacanestro Messina comunica la conferma di Beto Manzo come guida tecnica della prima squadra che disputerà il torneo di C Gold. Nel suo primo torneo alla guida della squadra in C Silver coach Manzo ha condotto i giallorossi alla vittoria del campionato e nella fase nazionale ha sfiorato la promozione in serie B.

Coach Manzo, seconda stagione alla Nuova Pallacanestro Messina, con che animo si prepara a questo torneo di C Gold?

Sono molto carico per questa nuova stagione e felicissimo di esser nuovamente sulla panchina della Nuova Pallacanestro Messina. C’è da dire che non ci siamo fermati durante l’estate, da quando abbiamo concluso lo scorso torneo ci siamo messi subito a lavorare alla costruzione della nuova squadra pur non sapendo che categoria si si sarebbe andati a disputare. Non ho mai smesso di vedere il mio futuro sulla panchina della Pallacanestro Messina e sono orgoglioso ed entusiasta di poter continuare a lavorare in questa grande famiglia in un campionato decisamente stimolante.

Facciamo un passo indietro, nello scorso torneo da matricola in C Silver avete vinto la stagione regolare con solo 2 sconfitte, avete vinto i playoff con un percorso netto e nella fase nazionale siete arrivati in finale contro Borgomanero superando Cagliari e Molfetta e fallendo la B per un solo punto. Sarà difficile ripetere una stagione così.

Come matricola del torneo, al di là della vittoria del torneo con solo due sconfitte, abbiamo compiuto un’impresa sportiva clamorosa; purtroppo la promozione è sfumata all’ultimo tiro. Il mio rammarico è di non aver potuto giocare in condizioni ottimali gara 1 a Borgomanero per i problemi avuti a livello logistico. Per la prossima stagione se mi dovessi allineare alle classiche risposte dell’allenatore al secondo anno dovrei rispondere che puntiamo a migliorarci e in quel caso vorrebbe dire andare in serie B! Io penso semplicemente a fare bene, ricominciamo con entusiasmo con una squadra rinnovata al 90%, sempre molto giovane e molto fisica, in ogni caso sarà il campo a dare il giudizio. Sono felice per il lavoro svolto dalla società in sede di mercato, non abbiamo ancora completato la costruzione della squadra, però sono soddisfatto dalla risposta della dirigenza che ha creduto nella continuità di questo progetto. L’unico segreto è chiuderci in palestra per cercare di ottenere il meglio a livello individuale e di squadra, ovviamente sarà dura perché si prospetta un campionato difficile con avversarie blasonate. Dal canto nostro dobbiamo continuare e rinnovare il progetto di crescita che ci siamo prefissati a inizio dello scorso anno.

Anche quest’anno affronterete un torneo nuovo in una categoria superiore, la C Gold, quali saranno le differenze e le nuove sfide rispetto alla C Silver.

Si vede già dalle operazioni di mercato delle varie squadre la differenza col torneo di C Silver, sarà un campionato molto competitivo, ancora di più dell’anno scorso. Per me è un peccato che le 14 squadre siano state divise in due gironi, non lo condivido assolutamente perché credo che visto l’interesse per questo torneo sarebbe stato giusto giocare 26 partite prima dei playoff invece che 19 (12 del primo girone più le 7 della seconda fase). Questo incide sulla bellezza del torneo, le partite in più avrebbero dato un’altra intensità alla stagione regolare, in ogni caso come sempre ci atterremo alle regole, non vediamo l’ora di iniziare e nel frattempo continuiamo a prepararci per una grande stagione.