C GOLD. Le ultime sul raduno Green Basket e le dichiarazioni di coach Verderosa

La nuova stagione del Green Basket Palermo è cominciata con la preparazione atletica in vista del prossimo campionato di Serie C Gold siciliano. Il roster, guidato dal confermato coach Marco Verderosa, si è ritrovato tra le strutture all’avanguardia del Tennis Club Palermo 2, dove continuerà a svolgere la preparazione fisica, e il parquet del PalaDonBosco.

Una formazione composta dallo ‘zoccolo duro’ rappresentato da capitan Giuseppe Lombardo, dal centro Giuseppe Caronna, dal play Matias Dimarco e da una batteria di giovani palermitani (Jacopo Bruno, Luca Audino e Vittorio Moltrasio) posti davanti all’opportunità di mettersi in mostra in un campionato importante. Ad impreziosire lo spogliatoio biancoverde sono stati aggregati giocatori di sostanza e qualità, come il lituano Buterlevicius (presenze in Europe Cup e Champions League con la maglia della Juventus Utena), l’ex JustMary Messina Nede Vucenovic, il 20enne centro serbo Nikola Stankovic e l’ala ex Rimini e Teramo Giacomo Signorini.

«Sono molto soddisfatto di come si sono presentati al raduno tutti i ragazzi – ammette coach Verderosa, che sarà coadiuvato dall’assistant coach Leonardo Avellone -. In questa prima settimana ho visto l’atteggiamento giusto e ciò che dobbiamo fare adesso e mettere benzina sulle gambe per una stagione che speriamo sia lunga e bella da vivere. Con la società abbiamo costruito una squadra che è un mix d’esperienza e giovani di grande temperamento. Come caratteristica siamo una squadra ‘grossa’, ma sicuramente non lenta. Dobbiamo essere forti dal punto di vista fisico, sia con gli esterni sia con gli interni, senza però intasare l’area semplicemente ed essendo molto aggressivi dal perimetro».

«Quello che vorrei è avere nuovamente con noi i tifosi – prosegue Verderosa -, ci sono mancati davvero. Poi devo dire che il Green merita di averli nuovamente accanto. Non penso che siamo una corazzata, non penso che dobbiamo dominare il campionato. Lavoreremo per crescere settimana dopo settimana, lottando sempre fino alla fine e provando a produrre il meglio possibile».