C SILVER. Alberto Marzo passa all’Alfa e scoppia la polemica. Botta e risposta tra Giarre e Catania

Il direttore sportivo AlfaBasket Carmelo Carbone (ph. Lazzara)

“In relazione a quanto pubblicato sulla testata Basket Catanese oggi, 31 luglio 2019, nell’articolo intitolato “Marzo saluta la sua Giarre, ma la società sbotta”, la società Alfa Basket Catania, nella persona del direttore sportivo Carmelo Carbone, precisa quanto segue: Auguriamo al notaio Andrea Grasso e al sodalizio giarrese le migliori fortune cestistiche e, perché ciò avvenga, gli suggeriamo di concentrarsi sulla propria realtà anziché, come spesso accade, su quella altrui in modo sprezzante e dimostrando di sconoscerla. Non accettiamo lezioni di fair play e siamo amareggiati e stupiti per i toni offensivi usati, che non trovano alcuna giustificazione né sul piano sportivo né, tantomeno su quello regolamentare. Su quest’ultimo aspetto si precisa che l’atleta in questione fosse federalmente svincolato e non tesserato per alcuna squadra e dunque libero”.

Cordiali saluti

 

L’AlfaBasket Catania ha scelto poche ma precise righe per mettere a tacere la polemica nata in queste ore una volta ufficializzato il trasferimento del giarrese Alberto Marzo al sodalizio etneo. Tra i dirigenti jonici il segretario Andrea Grasso (in una nota non diffusa a mezzo stampa ufficiale) e il presidente Antonio Spadaro (quest’ultimo in risposta all’interno di un gruppo chiuso su Facebook) avevano espresso il proprio disappunto per un’operazione di mercato che non aveva coinvolto la dirigenza del Basket Giarre. Carbone ne ha spiegato, con una nota ufficiale, le motivazioni.