C SILVER. Coach Bernardo commenta la prima sconfitta della Melfa’s Gela

Partita sulla carta difficile e così è stato. Melfa’s Gela paga a caro prezzo l’inesperienza nell’affrontare questi campi in cui, purtroppo, incontri team con ambizioni  e storia superiori.

Fin quando le gambe e la testa hanno tenuto, si è vista anche qualcosa di interessante. La fisicità e la tipicità di Dragna hanno fatto chiaramente la differenza. Il play making avversario è riuscito a tessere trame di gioco che la non attenta difesa gelese ha faticato a controllare.

Poche note positive. C’è da lavorare tanto, come dice coach Bernardo: “Test molto difficile che ci riporta immediatamente con i piedi per terra. Non dovevamo gioire eccessivamente domenica scorsa, non bisogna abbattersi adesso. Il campionato sarà durissimo. Dobbiamo essere sicuramente più intensi. Non possiamo concedere tutti questi punti ad un avversario forte si, ma non irresistibile. Complimenti a loro per come hanno condotto mentalmente il match, dimostrando di essere un gran gruppo. Noi dobbiamo lavorare duro. Sono contento dei ragazzi. Danno l’anima. Evidentemente oggi qualcosa non è andato per il verso giusto e non ho saputo trasmettere ai ragazzi la serenità che volevo“.