C Silver, il punto sulla giornata 17, Cefalù rimane imbattuta

Cefalù - Green Basket Palermo

Turno cruciale per l’alta classifica quello appena trascorso, in primis volgendo lo sguardo all’esito del big-match tra l’imbattuta capolista Zannella Basket Cefalù ed il Green Basket Palermo: la sfida del Pala Ignazio Cefalù ha visto prevalere i padroni di casa per 85 a 78 dopo una partita al cardiopalmo, che ha visto i ragazzi di Coach Priulla in controllo per la prima metà dell’incontro, raggiungendo anche il +17, per poi subire una prodigiosa rimonta da parte degli ospiti, che,grazie allo show balistico di Gullo (20) ricuciono il gap nel terzo quarto, per poi issarsi fino al 72-78 con poco più di 3 minuti e mezzo restanti sul cronometro. A quel punto il duo U.S.A. della Zannella prende in mano la situazione: prima 4 punti in fila di Cooper (33) e successivamente due perentorie schiacciate di Sims (21+12), imbeccato dal solito portentoso folletto a stelle e strisce, riportano Cefalù avanti di 2 ad un minuto e mezzo dalla fine, e lo stesso Cooper, con una tripla e un jump-shot dalla media mette in ghiaccio l’incontro nel tripudio della tifoseria locale, vero sesto uomo in campo. Con questa vittoria la Zannella prosegue la marcia solitaria in vetta alla classifica con 34 punti all’attivo, mentre il Green Basket scivola a -6 dall’ultimo posto disponibile per l’accesso alla post-season detenuto da Patti, ma va dato merito agli uomini di Coach Bonanno di aver dimostrato, mettendo a serio repentaglio l’imbattibilità dei cefaludesi, qualità tecniche e caratteriali di assoluto livello, fondamenta sulle quali è possibile nutrire la speranza di recuperare il distacco dalla vetta della classifica.
Prosegue anche la marcia dello Sport è Cultura Patti, seconda forza del campionato alla nona vittoria consecutiva, che ha la meglio, come da pronostico, sul Basket Giarre per 79 a 106 grazie alla solita performance “monstre” della premiata ditta Custis (37)-Saintilus (26), mentre fa più fatica del previsto la Costa d’Orlando sul parquet di Gravina, riuscendo a spuntarla solamente nel finale per 65 a 73 grazie alle giocate decisive di Boffelli (13) e Danna (20). I paladini, con questa vittoria, tallonano in graduatoria Patti a -2, in quella che si prevede essere un’ avvincente sfida per la conquista del biglietto d’accesso alla poule-promozione.
Alle spalle delle 3 battistrada buona vittoria della Virtus Basket Canicattì contro un coriaceo F.P. Sport Messina, che, dopo aver “tenuto botta” contro la capolista Zannella nel turno dell’Epifania, tiene sulle spine per 3 quarti i biancorossi agrigentini, anche grazie alla grande giornata di Cavalieri (31), per poi cedere nell’ultimo quarto per 92 a 76. Tra gli uomini di Coach Manzo da segnalarsi la seconda ottima prova in fila per il neo-acquisto americano Garner (31), il quale sembra essersi inserito al meglio nelle dinamiche di gioco dei canicattinesi.
L’Aretusa Siracusa vince senza troppi patemi contro la Vigor Santa Croce Camerina per 102 a 61 (sugli scudi Sorrentino, con 26 punti, e Robinson, 20) che resta al penultimo posto solitario in classifica, così come la Studentesca Licata si impone agevolmente sul Nuovo Avvenire Spadafora per 75 a 40 (Falanga 16, Fathallah 17), mentre a centro classifica il Peppino Cocuzza (Toto 27, Li Vecchi 26) è corsaro sul parquet di Catania contro il Cus per 85 a 91.
Infine, in zona salvezza, da segnalarsi la vittoria esterna per 63 a 71 del Basket Club Ragusa sul fanalino di coda Il Minibasket Milazzo, ancora malinconicamente a quota 0 in classifica, e sempre più vicino alla definitiva condanna alla retrocessione.