C SILVER. L’Alfa Basket Catania supera Marsala in gara 1 con 28 di Abramo e 22 di Arena

PLAY-OFF SERIE C SILVER: SPETTACOLO ALFA AL “LEONARDO” BATTUTO IL MARSALA CON ABRAMO E ARENA STREPITOSI

Luciano Abramo a canestro (foto di Romano Lazzara)
Luciano Abramo a canestro (foto di Romano Lazzara)

Il primo round dei play-off va all’Alfa Basket Catania. Al Leonardo Da Vinci, la squadra rossazzurra estrae dal cilindro una prestazione maiuscola. Marsala battuto con il risultato finale di 87-76 nella gara 1 dei quarti di finale. Partita sempre in mano ai padroni di casa, che infiammano il numeroso pubblico presente in tribuna con giocate di alto livello. Inizio un po’ contratto da parte di entrambe le formazioni, che si rispettano e si studiano nei primi minuti di gioco. L’Alfa Basket Catania prende in mano il comando delle operazioni e chiude sul 26-23. Nel secondo parziale aumenta il vantaggio alfista grazie ad una difesa forte, che limita i cestisti più pericolosi di Marsala. In attacco le giocate di un sempre ispirato e devastante Luciano Abramo e di un imprevedibile e dalla mano calda Daniel Arena fanno la differenza. 45-37 per i catanesi all’intervallo lungo. L’Alfa spinge, con decisione e grande forza, anche nel terzo quarto di gioco trascinata da un tifo caloroso. Marsala, con la novità Ariel Svoboda in campo, tiene grazie agli “strappi” di un mai domo Genovese. L’Alfa soffre quando c’è da soffrire, ma poi cinica e spietata colpisce al momento giusto. Arena è imprendibile. Abramo e Pennisi sfornano triple a ripetizione. Pappalardo giganteggia sotto le plance soprattutto in difesa. Capitan Consoli, Mazzoleni, Corselli e Cuius si fanno trovare sempre pronti. Whatley fa il suo. Peccato si innervosisca nel finale rimediando due “tecnici” e la conseguente espulsione. Ma l’Alfa è più forte di tutto, resiste, colpisce in contropiede e porta a casa la vittoria. Adesso testa, cuore e gambe alla partita di ritorno. Giovedì (ore 21) a Marsala, il quintetto allenato da Davide Di Masi proverà a chiudere i conti per conquistare la semifinale.

“I ragazzi hanno condotto la partita dall’inizio alla fine contro un ottimo Marsala – afferma il Presidente dell’Alfa Basket Catania, Nico Torrisi -. Una bella serata di pallacanestro. Grazie al nostro pubblico, sempre numeroso e caloroso. I tifosi ci danno sempre una grande spinta”.

Luciano Abramo non ha dubbi: “Abbiamo fornito una prova importante, da squadra vera e solida. Partita dura, l’importante era vincere e adesso vogliamo ripeterci giovedì a Marsala. Nei play-off ogni gara è diversa ed insidiosa. Con Marsala abbiamo vinto tre volte quest’anno, ma non dobbiamo rilassarci. Giovedì sarà una partita tosta. Noi vogliamo arrivare in fondo a questi play-off”.

Daniel Arena sottolinea: “Abbiamo messo grande intensità in campo, limitato i loro giocatori più insidiosi e giocato con grande spirito di sacrificio. Siamo un grande gruppo e questo si vede soprattutto nei momenti difficili, che in ogni partita capitano. Siamo determinati e vogliamo a tutti i costi raggiungere la finale dei play-off. A Marsala dovremo essere bravi a correre, a essere intensi e a non concedere nulla alle loro bocche da fuoco”.

ALFA BASKET CATANIA 87

NUOVA PALLACANESTRO MARSALA 76

Alfa Catania: Di Stefano ne, Arena 22, Corselli 4, Consoli 3, Whatley 6, Pennisi 10, Pappalardo 5, Mazzoleni 6, Cuius 3, Cantarella ne, Barletta ne, Abramo 28. Allenatore: Di Masi.

Marsala: Minore 12, Svoboda 7, Frisella 8, Genovese 22, Kovachev 12, Longo 6, Cucchiara, Marascia, Ligotino 2, Dancetovic 7, Marrone. Allenatore: Grillo.

Arbitri: Paolo Filesi e Matteo Filesi di Chiaramonte Gulfi (Ragusa).

Parziali: 26-23, 45-37, 69-60.