C SILVER. Minibasket Milazzo, parlano il vice presidente Principato e coach Restanti

Il Vice presidente dell'Asd Il Minibasket Milazzo, Nello Principato, comunica le scelte attuate dalla società per questa nuova stagione sportiva e i progetti in programma. Coach Guido Restanti in attesa della seconda partita di C Silver che si giocherà sabato 23 ottobre al Palapadua di Ragusa, fa un analisi della sconfitta di domenica contro l'Olympia Basket Comiso.

Nello Principato e Guido Restanti

“Ho fondato la società che dirigo insieme a mia moglie Loredana, che ha il ruolo di presidente, e altri sei soci, nel 1990 – afferma Principato -.Tra alti e bassi siamo stati ininterrottamente in attività. Insieme allo staff dirigenziale, Paolo De Gaetano, che da tempo mi affianca condividendo le nostre idee, Paolo Ficarra, Nunzio Bonanno, Matteo Gitto e Antonio Cianciafara, abbiamo deciso di partecipare al campionato di serie C silver, dopo la  rinuncia della passata stagione al campionato di serie D per due motivi: non ritenevamo ci fossero le condizioni di sicurezza e per la rinuncia di parecchi atleti.

Ci siamo imposti di non ricorrere a giocatori stranieri, con la volontà di puntare ai locali per formare una squadra di milazzesi e di zone limitrofe al nostro territorio, con l’obiettivo di far maturare i giovani del nostro florido vivaio.

Abbiamo confermato Massimo Sigillo, uno degli allenatori più preparati specie nel settore giovanile affidandogli le nostre categorie under. Il compito di tenere le redini della prima squadra è stato affidato a coach Guido Restanti. Crediamo di aver scelto due tra i migliori tecnici in attività.

Ci siamo divisi i compiti gestionali con dirigenti  Bonanno,  Ficarra e  Gitto per la prima squadra, Cianciafara e De Gaetano ( che ricopre anche il ruolo di Dirigente responsabile), per il settore giovanile, e siamo sempre alla ricerca di nuove e motivate persone che possono affiancarsi nel nostro progetto. Io insieme al mio staff, ci occupiamo del settore minibasket di cui fanno parte oltre 60 mini cestisti, ma siamo costantemente alla ricerca di partner economici poiché sono tante le spese e i tempi sono critici. La nostra è una grande famiglia nella quale qualcuno ogni tanto si stacca, poi ritorna, o abbandona ma senza rancori. Collaboriamo con parecchie società del territorio (in primis con la nuova pallacanestro Messina), e di recente abbiamo mosso i primi passi per una prossima collaborazione con l’altra società mamertina degli Svincolati per riuscire ad allestire dei team di valore per competere con le migliori realtà regionali”.

A fare un bilancio della partita contro l’Olimpia Basket Comiso giocata la scorsa domenica al Palamilone, che ha visto la sconfitta della squadra milazzese, coach Restanti.

“È stata una partita un po’ strana, con due volti. Abbiamo iniziato bene con una buona fluidità di manovra fino al quindicesimo, ma da lì al venticinquesimo abbiamo forse peccato un po’ di presunzione con alcuni singoli, e non abbiamo più trovato il nostro gioco, ottenendo un brutto parziale. Chiaramente è solo l’inizio e siamo ancora in una situazione di rodaggio. L’assenza di Varotta si è fatta sentire, per noi è una pedina fondamentale vista anche l’assenza di Toto. Piano piano siamo riusciti a ricucire il gioco successivamente riuscendo a rientrare bene in partita. A 18 secondi abbiamo avuto la tripla per andare a meno due. C’è stato gioco abbiamo pressato, recuperato palla ma i giochi erano ormai fatti. Le percentuali al tiro non sono state delle migliori ed erano tiri aperti. Ci stiamo lavorando anche se non saremo al completo neache a Ragusa. Dalla terza giornata speriamo di ritrovarci”.

Non resta adesso che aspettare la seconda partita di serie C Silver che si giocherà contro l’Asd Basket Club Ragusa sabato 23 ottobre.