C SILVER PLAYOUT. Il Cus Catania cede ad Agrigento in gara 2, la serie si deciderà al PalaMoncada

Il Cus Catania

Il CUS Catania Basket cede in gara 2 dei playout di Serie C Silver contro la Fortitudo Agrigento per 94-100. La sconfitta patita tra le mura amiche riapre di fatto lo spareggio per non retrocedere. Decisiva gara 3 in programma ad Agrigento sabato 21 Aprile alle 18:00.

Partita beffarda per i cussini in grado di condurre in scioltezza fino al termine del terzo parziale, salvo poi, come già accaduto in gara 2 contro Basket School Messina, subire il ritorno degli avversari nel quarto periodo. In avvio coach Russo si affida ad un quintetto d’esperienza con Lo Faro, Cuccia, Bonaccorsi e Alescio. In cabina di regia confermato Murphy, già mattatore in gara 1. Risponde Agrigento con Giovanatto, Lo Nigro, Trupia, Cuffaro e Carità. Partenza sprint per i cusini, in grado di chiudere 22-15 il primo parziale grazie ad un ottimo gioco di squadra ben finalizzato da Lo Faro ed Alescio, autentici protagonisti in avvio. Il margine conseguito regge anche nel secondo parziale (24-26), caratterizzato dal ritorno degli agrigentini, con Magro in evidenza e con la risposta del CUS Catania col play Murphy e con Persano, chiamato a sostituire Lo Faro, in panca anzitempo per volere di coach Russo dato il pericoloso cumulo falli. Malgrado ciò il CUS riesce ugualmente a mantenere il pallino del gioco (24-21) anche nel terzo tempo. Murphy detta bene i tempi e la squadra continua a mettere in cascina punti con un metodico gioco da 2. Diversa la manovra di Agrigento, sovente al tiro da 3 ed insidiosa con le incursioni di Savoca, peraltro decisivo nel quarto quarto. E’ proprio l’ultimo parziale, infatti, a sparigliare le carte. Gli ospiti assestano un break particolarmente pesante, 0-9, grazie al canestro di Napoli, alla tripla di capitan Cuffaro ed ai 4 punti consecutivi di Magro. La rimonta cambia completamente il volto della gara, avviando le due compagini ad un serrato testa a testa sino ai minuti conclusivi. Murphy, Lo Faro e Bonaccorsi tengono a galla il CUS, rispondendo colpo su colpo ai canestri di Savoca (17 punti nell’ultimo parziale) e di Roccaro. Sul punteggio di 80-80 Lo Faro è costretto ad abbandonare per cumulo falli, privando i compagni del proprio apporto negli ultimi scampoli del match. A cinque minuti dalla conclusione il CUS conduce per 87-86, ma il rush finale capovolge nuovamente l’andazzo della partita. Una tripla di Savoca e d un canestro di Napoli portano lo score sull’87-89. Il cussini replicano con sei punti consecutivi di Alescio, che fissano il punteggio sul 94-91. A giochi fatti l’ennessimo coupe du theatre. Agrigento riesce a rimontare, portandosi sul 94-95. Il CUS Catania non riesce a replicare al break avversario ed i ragazzi di Giovanatto dilagano fino al 94-100 finale.

Cus Catania – Fortitudo Agrigento 94-100

Parziali: (22-15: 24-26; 24-21; 24-38)

CUS Catania: Lo Faro 13, Arcidiacono, Vasta, Cuccia 11, Fichera, Bonaccorsi 17, Alescio 21, Persano 13, Corselli, Murphy 19. All. Russo

Fortitudo Agrigento: Savoca 27, Lo Nigro 5, Roccaro D., Moricca, Trupia 2, Napoli 16, Cuffaro 19, Magro 17, Roccaro T. 8, Carità 6, Gentile, Abbate. All. Giovanatta

Arbitri: D’Amore- Micalizzi