C SILVER PLAYOUT. L’Amatori Messina supera il Cus Catania e rimanda il discorso salvezza a gara 3

Claudio Cordaro in difesa in Amatori Messina - Cus Ct (foto Salvatore Garreffa)

In una gara da dentro o fuori l’Amatori Messina supera il Cus Catania per 76-62 e rimanda il discorso salvezza alla decisiva sfida di sabato, privi di Pace i nero-arancio soffrono ma alla lunga trovano il bandolo della matassa contro gli ospiti guidati da Mazzoleni (15). Prova difensiva mostruosa di Cordaro (18 punti, 17 rimbalzi e 6 stoppate), mira ritrovata per Mondello (21 con 7/12 dall’arco), partita solida di Di Dio che gioca sul dolore della caviglia infortunatasi proprio col Cus nel girone di ritorno (20 con 6/9 da due punti). Adesso per i ragazzi di coach Maggio solo un giorno di riposo e poi nuovamente in campo per la decisiva gara 3.

L’Amatori Messina deve rinunciare a un Pace in buona forma per l’infortunio alla caviglia rimediato sabato in gara 1, apre le marcature Mondello con una tripla mentre un recupero di Cordaro lancia Di Dio per il 5-0, a cui rispondono Di Mauro con una tripla e Mazzoleni per la parità.
Canestro dalla media di Di Dio e tripla di Mazzoleni per il 7-8 a cui replica dall’arco un ispirato Di Dio, ma è ancora Cuccia a bruciare da fuori la retina (10-11); Amatori impreciso dalla lunetta,  0/2 di Di Dio, 1/2 di Maggio per la parità (secondo fallo di Arena). Ancora Mazzoleni a segno dall’arco poi Cordaro converte un rimbalzo offensivo, difesa di casa in ritardo e ancora tripla di Patanè per il +4 ospite. Messina pasticcia in attacco ma Cordaro risolve tutto con una bomba centrale da otto metri. Il Cus Catania su uno svarione difensivo segna il +3, Maggio impatta con l’unico canestro della sua serata ma commette fallo su Mazzoleni al tiro dall’arco che fa 3/3, Di Dio impatta andando in doppia cifra, quarto che si chiude sul 22 pari.

Gabriele Mondello al tiro in Amatori Messina - Cus Ct - photo Salvatore Garreffa
Gabriele Mondello al tiro in Amatori Messina – Cus Ct – photo Salvatore Garreffa

Si sblocca Unechensky con un tiro in avvicinamento, un recupero di Mondello consente a Di Dio di segnare col fallo, il numero 6 Amatori costringe al timeout Guadalupi (27-22 al 12′), Unechensky segna il 29-24 sempre da sotto, libero Cordaro per il 30-25 ma Mondello deve uscire per il terzo fallo. Esce Mazzoleni per il secondo fallo, Lo Faro impatta a quota 30 con tre punti, il CUS sorpassa con Patanè e stavolta chiama minuto coach Maggio a 3’35” dalla fine del parziale sul 30-32. Sciliberto, ottima la sua prova difensiva partendo dalla panchina, trova un canestro in secondo tempo importante allo scadere dei 24 secondi, Cordaro sorpassa con una tripla centrale, Messina si sveglia dal torpore in difesa e con un paio di recuperi va 39-34, poi Maggio mette un libero che fissa il punteggio sul 40-34 a metà gara.

Parte meglio alla ripresa delle ostilità il Cus con un 5-0, Cordaro scuote i suoi e riaccende il tifo del buon pubblico presente con una stoppata super e un libero ma Di Mauro pareggia a quota 41. Ancora Cordaro a segno ma gli ospiti sono decisamente fortunati con una palla che toccando il tabellone diventa un involontario assist per Mazzoleni che segna con un terzo tempo che ai più è sembrato infrazione di passi. Di Dio pareggia, ma il troppo spazio concesso a Cuccia gli consente di segnare da tre punti, rimedia Mondello ma coach Maggio chiama timeout a 3’30” sul 48 pari per la poca intensità difensiva dei suoi. L’Amatori esce bene dal timeout, gran penetrazione di Cordaro che partendo dall’arco appoggia a canestro, si accende Mondello mette due triple consecutive per il 56-50, la seconda da sette metri e mezzo, ancora Cordaro mette un tiro forzato per il 58-50, mentre un gran movimento spalle a canestro di Unechensky vale il 60-50 di fine terzo quarto.

Guadalupi ordina la zona, gran canestro dalla media di Unechensky, tripla di Cuccia per il 62-54, Lo Faro rimedia un tecnico per proteste convertito da Di Dio, Messina perde palla contro la zona e canestro solitario di Arena, botta e risposta dall’arco con Mondello e Arena (66-59). Immediato timeout Messina a 5’19′”, coach Maggio vuole evitare i rischi di un finale in volata, penetrazione importante di Di Dio per il 68-61, la freccia premia un tuffo generoso di Maggio dando il possesso ai neroarancio. Sforzo difensivo rilevante dell’Amatori, timeout del coach ospite quando mancano 3’22”, un indiavolato Mondello mette la tripla del +10, ospiti a segno con un libero di Patanè, Cordaro dispensa l’ennesima stoppata e conquista il diciassettesimo rimbalzo, è poi Mondello chiudere i giochi a 1’15” la con la tripla del 74-62. Dentro anche il 2003 Criscenti che trova subito i due punti con un bel movimenti, finisce 76-62.

Messina si prende gli applausi del proprio pubblico e va a festeggiare sotto i propri tifosi, rumorosi anche stasera, riscatta la sconfitta di gara 1 e si giocherà le prime chance di salvezza sabato a Catania nella decisiva gara 3.

Amatori Basket Messina – Cus Catania 76-62

Amatori Basket Messina: Mondello 21, Di Dio 20, Casablanca, Panarello ne, Valitri,  Unechensky 8, Cordaro 18, Sciliberto 2, Criscenti 2, Maggio D. 5, Romano ne.

Allenatore: Maggio M. Assistente: Franciò

Cus Catania: Lo Faro 4, Arena 7, Vasta, Cuius L., Cuccia 12, Corselli 2, Di Mauro 9,  Patanè 13, Cuius F., Mazzoleni 15, Fichera, La Spina.

Allenatore: Guadalupi.

Parziali: 22-22, 40-34 (18-12), 60-50 (20-16), 76-62 (16-12)

Arbitri: Bruno Licari di Marsala (TP) e Arturo Tartamella di Trapani (TP).