C SILVER. Recupero Orsa Barcellona – Torrenova, Munastra: “Sarà un match difficile”

Munastra
Munastra

Neanche il tempo di gustarsi l’incredibile vittoria al PalaMili di Messina, che la Confezioni Corpina Torrenova è attesa dalla sfida infrasettimanale, valida per il recupero della 5° Giornata del campionato di Serie C Silver, contro l’ORSA Barcellona. Una partita che si preannuncia complicata per i ragazzi di coach Silva, attesi dalla seconda partita in quattro giorni contro la prima squadra della città del Longano.

A presentare la sfida è la guardia delle Aquile Luca Munastra: «Non ci aspettavamo un inizio così positivo. È chiaro che lavoriamo ogni settimana per preparare al meglio le partite, ma vincerne così tante è un segnale importante che ci dà fiducia per allenarci ancora di più. Farlo non riuscendo ad avere un ritmo partita costante, per via dei tanti rinvii, ci rende ancora più felici. Abbiamo cominciato bene e siamo reduci da una vittoria incredibile, che abbiamo ottenuto soprattutto con una grande difesa. Dobbiamo continuare così, perché Barcellona è reduce da due sconfitte e di certo non vorrà perdere davanti al suo pubblico».

Sarà un match difficile, perché nelle due partite giocate al PalAlberti l’ORSA Barcellona non ha ancora perso: «Non sarà facile affrontare l’ORSA, sono una squadra che in casa non ha ancora perso, nonostante qualche difficoltà sono comunque la prima squadra di pallacanestro della città. Pensare che la sfideremo per un paese così piccolo come Torrenova, che potrebbe praticamente entrare interamente al PalAlberti, mi rende davvero orgoglioso».

10.6 punti a partita, Munastra è attualmente il terzo miglior marcatore della squadra. Un inizio molto positivo, sia a livello personale che per tutta la squadra: «Sono molto contento del nostro inizio di stagione, ma c’è ancora tanto da poter migliorare. Le mie prestazioni? Personalmente credo che la fiducia della società e quella di coach Silva mi stia permettendo di potermi esprimere al meglio. Sono molto felice di essere qui a Torrenova, mi trovo benissimo».