C Silver, arrivano gli ultimi verdetti, Cefalù e Patti alla poule promozione, Fp Messina retrocede

Cefalù - Green Basket Palermo

Il campionato di Serie C Silver siciliano, con un ultimo turno ancora da disputarsi, ha già emesso i propri verdetti sia per quanto riguarda le formazioni ammesse alle poule-promozione nazionali per la serie B, sia per le squadre retrocesse nel secondo campionato regionale.
La capolista Zannella Basket Cefalù, di fronte ai propri supporters, ha messo in cassaforte il primato con una vittoria in scioltezza (127-58) ai danni del fanalino di coda Milazzo. Per gli uomini di Coach Priulla solita prestazione corale di livello, in cui spiccano le prestazioni degli U.S.A. Sims (37 punti e 17 rimbalzi) e Cooper (tripla doppia per lui con 22 punti, 10 assist e 14 rimbalzi), e l’energico contributo di Lorenzo De Lise (20 pt.), mentre tra i mamertini ottima prova del giovane playmaker Spanò (27 pt.), uscito tra gli applausi dello sportivo pubblico normanno.

Alle spalle di Cefalù la Sport è Cultura Patti, dopo aver regolato la Costa d’Orlando nel turno precedente in un derby-spareggio da batticuore, conquista matematicamente la seconda piazza e il lasciapassare per i playoff vincendo agevolmente sul parquet di un già salvo Gravina per 56 a 97, con il solito Custis (43 pt.) a far da mattatore, tornando sulle proprie abituali prestazioni balistiche dopo la gara contro i paladini che lo aveva visto uscire prematuramente dal campo per raggiunto limite di falli.

Vittoria amara quella ottenuta dalla Costa d’Orlando in quel di Spadafora per 85 a 63 (Di Loreto 24, Leonzio 13 per gli orlandini, Scozzaro 17 per i padroni di casa) : i biancorossi di Condello, infatti, in concomitanza con la vittoria di Patti, hanno dovuto sin da questa giornata abdicare ai propri sogni di qualificazione alla post-season, in virtù di un ritardo di due punti in classifica dai cugini pattesi e dello score nello scontro diretto che recita 2-0 a favore della truppa di Coach Sidoti.

Siracusa prosegue la propria favola, e inanella la 13^ vittoria consecutiva, regolando alla Palestra Akradina Ragusa (Canzonieri 15, Sorrentino 14) per 90 a 69, portando ben 5 uomini in doppia cifra (Sorrentino 18, Alescio 18, Agosta 17, Bellofiore 17 e Smith 16), consolidando il quarto posto in graduatoria e confermandosi la vera sorpresa della stagione. Al quinto posto si conferma invece Canicattì, che ha ragione di San Filippo del Mela (Vujicevic 22) per 77 a 68 grazie al solito Garner (33), dopo una gara a lungo disputata sul filo dell’equilibrio.

Terza sconfitta in fila per il Green Basket Palermo, che, dopo i pesanti capitomboli con Spadafora e Canicattì, cede le armi anche in quel di Catania contro il C.U.S. per 76 a 70, che con questa vittoria raggiunge una sofferta salvezza. Per i palermitani sugli scudi Lombardo (24) e Lebo (17), mentre tra gli etnei in doppia cifra Lo Faro (25), Abramo (15), Santonocito (14) e Selmi (11).
Se Catania ride, Messina invece piange: l’F.P. (grande performance del giovane play Salvatico con 38 punti) lotta coraggiosamente sul parquet di Licata (Bush 24, Stanic 18) ma è costretto a cedere le armi per 89 a 82, sancendo così la propria retrocessione in serie D con una giornata d’anticipo e contestualmente, la salvezza di Spadafora, nonostante la sconfitta rimediata da quest’ultima per mano della Costa d’Orlando.
Infine, nel match tra le già retrocesse Giarre e Santa Croce vittoria per gli etnei 67 a 59.