CNA SICILIA. Successo a Catania per il pao con Marco Sodini e Tommaso Rizzacasa

Ha riscosso indubbiamente molto successo il pao allenatori organizzato a Catania con relatore coach Marco Sodini e il preparatore fisico Tommaso Rizzacasa dell’Orlandina Basket.

Coach Marco Sodini durante il Pao allenatori di Catania

Pubblico di allenatori numeroso e attento durante l’appuntamento incentrato sul tema “Sviluppo fisico e tecnico di un giocatore”.

Ho trovato un pubblico molto attento e curioso, non solo della mia persone ma dell’incontro – ha spiegato Sodini – . Non propongo stralci di allenamento, ma lezioni per allenatori. Stasera abbiamo parlato del percorso “da istruttore ad allenatore”; io sono diventato allenatore prendendo quel che di buono ho ricevuto da chi mi supportava da giocatore e riuscendo a riconoscere gli errori di chi, invece, metteva più sotto stress l’aspetto psicologico. Credo – ha continuato l’allenatore di Viareggio – oggi si debba assolutamente far attenzione al contesto sociale in cui i ragazzi si muovono, spesso sono molto protetti. Bisogna farli aprire e mai dare l’impressione che stiano facendo qualcosa per te. L’allenatore è un leader, non un dittatore. Nel 2019 abbiamo ragazzi con maggiore capacità di recezione delle informazioni, ma meno capacità motorie. Per questo deve essere curato l’aspetto coordinativo, che prima nasceva anche da esperienza extra campo”.

Preparatore fisico, risorsa per una società moderna. Sodini lo ha evidenziato a Catania.

Tommaso Rizzacasa in campo con il gruppo U15 dell’AlfaCus

Il nostro preparatore fisico Tommaso Rizzacasa ha parlato benissimo dei concetti di prevenzione, forza ed educazione di un corpo sottoposto con la pallacanestro ad un’attività dai diversi stress fisici. Per le società che possono permetterslo è importante lavorare con un preparatore. Io sono assistente del mio preparatore quando lui lavora in campo e lui è il mio assistente quando sono io a lavorare con la squadra. Questa è parte di una moderna capacità di lavorare in staff”.

Infine un must! Chi ha seguito le conferenze stampa pregara di Capo d’Orlando, conoscere la particolare “tradizione” di associare al quadro di un grande pittore le gara da giocare o la fase stagionale.

A questi ragazzi associo la Venere di Botticelli – ha scherzato il coach della Benfapp – pronti a schiudersi come i fiori in primavera!”.

Il Comitato Provinciale di Catania, per cui era presente il presidente Antonio Spadaro insieme a Giuseppe Sergi, ha coordinato l’organizzazione del Pao. Erano al PalaCus anche l’RTT Sicilia Antonio Bocchino e il resposabile CNA Sicilia Gino Coppa.