Costa d’Orlando, il titolo è in vendita ma non è ancora stato ceduto. Tutti i perchè della scelta di Giuffrè

Mauro Giuffrè presidente della Costa d'Orlando (ph.98 zero)

Il titolo di Serie B di proprietà della Costa d’Orlando è un vendita, ma non è stato ceduto a Bologna e non solo Bologna è società interessata ad acquisirlo. Questa la verità comunicata dal presidente della società siciliana Mauro Giuffrè, che spiega inoltre le motivazioni che lo stanno spingendo a mollare la presa sulla serie cadetta.

Abbiamo budget, abbiamo strumenti, abbiamo tutti i requisiti per giocare in Serie B e probabilmente anche in A2, ma non abbiamo un campo ed è questo il motivo per cui siamo disposti a vendere. Il Comune di Capo d’Orlando ci ha messo a disposizione il PalaFantozzi solo previo accordo con la società concessionaria Orlandina Basket e comunicato che il Palavalenti sarà disponibile per tutte le attività della società, si pensa, entro la fine del mese di settembre. La Costa d’Orlando non é nata per giocare a Sant’Agata di Militello, a Torrenova o Patti. La Costa è una squadra di casa a Capo d’Orlando e anche cestisticamente risulta frustrante giocare in un campo diverso dagli allenamenti. È la nona stagione di disagio per noi. Non solo Bologna è interessata al nostro titolo, lo cederò solo se non avremo una struttura dove lavorare serenamente. Per questo motivo, oggi, è a rischio anche l’attività di 90 bambini del minibasket e 60 ragazzi delle giovanili”.