Dario Masciarelli dalla Sutor Montegranaro al Green Basket Palermo

Dario Masciarelli

Primo rinforzo nella batteria degli esterni per il Green Basket Palermo in vista del prossimo campionato Dario Masciarelli vestirà la maglia biancoverde nella Serie B Old Wild West 2022/23. Guardia, con doti fisiche che gli permettono di agire anche come ala piccola, classe 1998 di 195cm, Masciarelli arriva dall’esperienza proprio in cadetteria con la Sutor Montegranaro, dove i suoi 13.7 punti di media in regular season (saliti a 17.4 nei playout) non sono bastati ai marchigiani per evitare la retrocessione.

Dario Masciarelli, nativo di Pescara, muove i suoi primi passi con la palla a spicchi nella squadra della sua città per poi lasciare casa a 16 anni, con prima tappa a Roma nella Stella Azzurra. Dopo una stagione di formazione nella quale gioca contemporaneamente in Under 17 Eccellenza, Under 19, DNG e Serie B, arriva la chiamata della Mens Sana Siena con la quale rimane per tre stagioni, esordendo anche in Serie A2. Quindi il ritorno a Pescara, nuovamente in Serie B, e poi le esperienze con Cassino, Fabriano e Civitanova, quest’ultima prima dello scoppio della pandemia, per poi trasferirsi a Cremona dove con la Ju.Vi disputa un’ottima stagione di Serie B (7.4 punti di media e 25 presenze) chiudendo al quinto posto nel Girone B.

Adesso il rilancio a Palermo, dove la missione sarà fare meglio della passata stagione, con un format del campionato che prevedrà diverse retrocessioni in più e una lotta assai più serrata.

LE DICHIARAZIONI DI DARIO MASCIARELLI

«Sono felice di ripartire da qui e ringrazio la società per la fiducia – le prime parole di Masciarelli in biancoverde -. Ho accettato Palermo perché credo in ciò che stanno facendo e penso sia una piazza per poter fare bene. Per quanto riguarda il campionato di Serie B vorrei dimostrare ancor di più ciò che posso fare, lavorando sodo e mettendomi a disposizione della squadra e del coach».

«Non sono mai stato a Palermo – aggiunge -, ma conosco due giocatori che sono passati da lì e hanno spesso solo belle parole, sia per la società che per la città. Il primo obiettivo è sicuramente cercare di fare il meglio possibile con la squadra – conclude la guardia pescarese -. Poi vorrei migliorarmi rispetto allo scorso anno».