Domenica 13 maggio al PalaTracuzzi il 1° Memorial “De Domenico” fra Amatori Messina, Or.Sa. Barcellona, Fortitudo e Life

Primo memorial De DomenicoPrimo memorial De Domenico
Primo memorial De Domenico

Si terrà domenica 13 maggio al PalaTracuzzi di Messina il primo memorial “Giovanni De Domenico” organizzato dall’Amatori Basket Messina e che vedrà la partecipazione al quadrangolare dell’Or.Sa. Barcellona, della Fortitudo Messina e della Life Messina. La manifestazione voluta da Mario Maggio, coach dei padroni di casa, vuole ricordare il professor Giovanni De Domenico. A tracciarne un ritratto è proprio l’attuale allenatore dell’Amatori Basket Messina: “Il professor De Domenico è stato mio insegnante di educazione fisica quando frequentavo l’istituto industriale Marconi, ha insegnato poi al Nautico Caio Duilio, curiosamente quando è andato in pensione è stato sostituito dal professor Massimo Sigillo, nostro preparatore fisico. È stato anche mio allenatore all’allora Basket S.Elena/Liberale e con lui abbiamo fatto anche un anno di serie D che allora comprendeva Sicilia e Calabria, mi ha insegnato molte cose di quelle che so o che so fare su un campo da basket, non ultimo l’atteggiamento ed il comportamento nei confronti di arbitri ed avversari ancor prima dei propri atleti.
Il ricordo che ho di lui – prosegue Maggioè quello di una persona estremamente rara, sempre sereno, cordiale e disponibile. Un aneddoto per ricordare il tipo di persona, quando mi feci male alla caviglia l’indomani mattina i miei genitori non potevano accompagnarmi per fare i raggi e venne lui a prendermi per portarmi a Cristo Re dove poi mi ingessarono; mi aspettò e poi mi riaccompagnò a casa ed era solo l’allenatore della squadra.
Nello stesso periodo – conclude l’allenatore dell’Amatoriha aperto la palestra Sportime di via Quod quaeris dove mi ha permesso di fare la riabilitazione dall’infortunio gratuitamente seguendomi passo passo; assieme alla figlia Daniela, con la quale eravamo e siamo rimasti in ottimi rapporti, ha gestito la palestra fino alla sua scomparsa. Le avevo promesso che avrei fatto qualcosa per ricordarlo e questo evento è nato proprio per questo“.