Eagles Palermo impegnato nel recupero a Siracusa, i numeri del match

Eagles - Siracusa
Eagles - Siracusa

Tornare indietro nel calendario, con l’ambizione di riprendere il cammino interrotto dopo due mesi di corsa dritta. La carovana Eagles Palermo si sposta ancora da casa propria, per affrontare la seconda delle tre trasferte in programma in una settimana. Il recupero di questa sera alle 20, sul parquet del PalaAkradina, casa della seconda forza del campionato l’Aretusa Siracusa, rappresenta uno pratica difficile da sbrigare, ma che i biancorossi di Priulla conoscono già come trattare.
COSI’ ALL’ANDATA
Nella gara d’andata si affrontarono a Bagheria due squadre completamente diverse: i palermitani si stavano ancora conoscendo fra loro, causa il ritardo sull’inizio della preparazione rispetto a tutte le altre squadre del girone, mentre tra i siracusani di Paolo Marletta mancavano pedine importanti. La spuntò 80-74 proprio la Eagles, che proseguì al meglio il suo positivo inizio di stagione davanti al nuovo pubblico.
I NUMERI DEL MATCH
Oggi, la classifica ha chiarito gli equilibri tra le due formazioni. La giovane truppa biancorossa ha saputo rialzarsi dopo un periodo nero tra ottobre e novembre con ben sei vittorie consecutive, striscia conclusasi proprio domenica a Gravina, e che le ha permesso di riaffacciarsi alle porte della zona playoff. Per l’Aretusa, quella di Bagheria, è risultata la prima di sole tre sconfitte subite sin qui, con 15 successi e un secondo posto che, davanti alle 18 vittorie di fila della schiacciasassi Costa d’Orlando (avversario domenica della Eagles), vale quanto un primato.
LE SFIDE NELLA SFIDA
Tolliver contro Mustacchio e Ross, Sorrentino contro Taylor, il confronto diretto tra i veterani Agosta e Marisi: diverse le gare nelle gare di questa sera. La seconda miglior difesa, quella dell’Aretusa, contro il terzo miglior attacco, quello della Eagles. Un altro ‘step’, così come li ha sempre definiti coach Priulla, per migliorare e puntare al massimo, mantenendo l’attenzione alta sull’obiettivo primario della salvezza e provare a togliersi delle soddisfazioni.
Arbitri della sfida Alessandro Lorefice di Ragusa e Paolo Filesi di Chiaramonte Gulfi.