FILA CUP. La cronaca e i tabellini dei primi 20′ della finale Passalacqua Ragusa – Allianz Geas Sesto

La Coppa Italia (ph. Elio Castoria)

Passalacqua Ragusa – Allianz Geas Sesto San Giovanni 40-25

Parziali: 22-14, 18-11

Arbitri: Salustri, Scrima, Catani

 

Ragusa: Harmon 6, Soli, Hamby 19, Kuster, Consolini 3, Romeo 2, Cinili, Gatti ne, Formica 6, Gianolla, Bongiorno ne. All.: Recupido

Sesto San Giovanni: Loyd, Williams 2, Ercoli, Brunner 4, Arturi 6, Schieppati, Verona 2, Panzera, Barberis, Nicolodi 3. All.: Zanotti

 

Ultimo atto della Coppa Italia 2019, Fila Cup organizzata a San Martino di Lupari. Tanta Sicilia in finale, non solo per la presenza della Passalacqua Ragusa ma anche della play palermitana in forze all’Allianz Geas Sesto San Giovanni, Costanza Verona.

Le lombarde conquistano ha il primo possesso realizzato da Brunner, Harmon (nel giorno del suo compleanno) risponde dalla media. Il Geas perde palla ma è anche Ragusa a sporcare le linee di passaggio in post basso. Complicato ribaltamento di Kuster, raccolto da Consolini che serve Soli per una tripla che però non trova il fondo del canestro. A 7:48″ regna la perfetta parità sul 2 pari. Hamby sblocca per Ragusa catturando per due volte un rimbalzo su tiro sbagliato delle compagne. Arriva la risposta di Loyd a 5:58″, Ragusa rimane palla in mano grazie al possesso alternato ma non segna, così Arturi porta Sesto sul -1 con la tripla (6-7) a metà gara. Recupido mette in campo Romeo mentre Loyd concretizza un parziale di 7-0 per Sesto mettendo due liberi. Passalacqua deficitaria al tiro soffre fin quando capitan Consolini piazza la tripla del pareggio (9-9) a 4′. Harmon serve Hamby per il sorpasso 11-9. A 2.42″ entra Verona che subisce subito la penetrazione di Romeo. Le siciliane restituiscono il parziale (9-0) e costringono coach Zanotti al time out sul 15-9. La risposta di Sesto è ottima con un gioca da 2+1 di Giuditta Nicolosi, la numero 17 dell’Allianz recupera palla in difesa inescando un altro canestro delle lombarde. Al 6° punto personale di Loyd risponde Dearica Hamby con l’11° punto personale. Sul 18-14 è ancora la numero 25 della Passalacqua ha concretizzare a referto, l’ultimo possesso è ancora in mano alle siciliane che chiudono la frazione ancora con due liberi, ancora grazie ad un rimbalzo raccolto sotto canestro, ancora da Dearica Hamby. Sul 22-14 si chiude il primo quarto con una rubata della lunga statunitense.

Nel secondo quarto entra Formica per Hamby e la lunga catanese realizza il +10, il Geas lotta ma subisce una seconda penetrazione, stavolta da Cinili. A 3′ dalla ripresa le lombarde scivolano sul -14 ed arriva per loro un nuovo time out. Manca stavolta la reazione, Ragusa va a canestro con Harmon e Cinili (32-14). L’Allianz Geas s’iscrive a referto nel secondo quarto al 5′ grazie al tiro centrale di Williams e la tripla di Arturi. E’ il 32 a 19 cancellato dal quarto punto personale di Alessandra Formica. Verona serve l’assist per Loyd, il parziale rimane ampio per Sesto San Giovanni ma Ragusa sbaglia troppo e coach Recupido chiama minuto per chiedere concentrazione. Le atlete di coach Zanotti tornano sul -13, ma Hamby, tornata dal riposo in panchina, le ricaccia indietro grazie ad un assist di Soli (40-23). Arturi mette la seconda tripla personale, coach Recupido chiama minuto per organizzare l’ultimo attacco e la Passalacqua sfiora il canestro finale con Harmon. Squadre negli spogliatoi sul 40-25.