Finali U19 d’Eccellenza si giocano in Sicilia, ma due terzi dei campionati di Eccellenza in Sicilia non sono mai partiti

La Sicilia protagonista del movimento giovanile Italbasket ospitando le Finali U19 d’Eccellenza Trofeo “Giancarlo Primo” a Ragusa, ma due terzi dei campionati d’Eccellenza, proprio in Sicilia, non sono mai effettivamente partiti.

Il campionato U19 d’Eccellenza non ha mai preso il via se non giocare una fase finale a quattro squadre, necessaria per decretare una vincente da far avanzare agli spareggi. L’U17 d’Eccellenza, la più ricca in quantità (otto iscritte), è stata divisa in due gironi da quattro ma il Girone Bianco non esisterebbe senza l’ingresso delle tre calabresi (Smaf Catanzaro, Pallacanestro Viola, Scuola di Basket Viola) e la sola PCR ad accettare coraggiosamente di traghettare costantemente dall’altra parte dello Stretto. Voluto fortemente in ottica C Gold, neppure il distretto 10 con la Calabria è riuscito a garantire numeri per la disputa completa dei campionati U19 d’Eccellenza (almeno due squadre in più) e U15 d’Eccellenza (almeno una squadra in più). Ed infatti l’U15 d’Eccellenza è andata in archivio sullo stesso leit motiv dell’U19, senza mai disputarsi se non nella fase finale a quattro.

Per fare un esempio “isolano”, in Sardegna i campionati di Eccellenza sono gli stessi, ma con gironi da sette, sei e otto squadre che hanno tutte giocato un campionato intero.

Bene gli ascendenti che hanno portato una Finale Nazionale giovanile in Sicilia, ma il primato poco “eccellente” dei campionati non disputati fa oggi da contraltare alla patina dell’evento.