FIP CATANIA. Spadaro nuovo delegato provinciale, le sue prima parole

Antonio Spadaro Fip Catania

Mi preme innanzitutto ringraziare il Comitato Regionale nelle persone del Presidente Caruso, del Vice Presidente Curella e di tutti i consiglieri di maggioranza e di opposizione, per la fiducia accordatami.
Per tutto il movimento cestistico giarrese, la mia nomina a Delegato Provinciale assume una valenza significativa – ha dichiarato dopo la nomina Spadaro a nuovo delgato provinciale Fip -. Premia il lavoro, la perseveranza e l’impegno che insieme a tutta la “famiglia cestistica giarrese” (mi piace chiamarla così), dai dirigenti agli istruttori, dai genitori a tutti i ragazzi, abbiamo svolto in questi ultimi anni per dare lustro e visibilità a questo fantastico sport.
Adesso la nomina a Delegato Provinciale, allarga i confini a tutta la provincia etnea e quello che siamo riusciti a creare, nel piccolo del Basket Giarre, dovrà avere un eco più ampio rivolto a tutta la provincia”.

L’obiettivo a breve termine sarà quello di coinvolgere tutte le società etnee in un unico progetto di crescita collettivo, quelle stesse società che vivono quotidianamente con disagio diverse problematiche ma che con impegno e dedizione portano avanti la loro attività. E stare vicino a queste società – ha concluso il nuovo Delegato – crando attenzione e interesse da parte dei non addetti ai lavori, fondamentale per la
crescita dell’intero movimento”.

“La mia disponibilità sarà massima nei confronti di tutti gli addetti ai lavori e soprattutto verso coloro i quali fino a poco tempo fa ritenevano che la Federazione fosse distante da tutte le problematiche vissute ogni giorno, dalla disponibilità dei campi fino all’organizzazione dei vari campionati giovanili e non. Sicuramente dovrò affrontare un periodo di rodaggio per capire come funziona la macchina burocratica, ma nel frattempo avrò modo di confrontarmi con tutti coloro che danno l’anima e parte della loro vita per il basket catanese.
La mia attenzione sarà rivolta in particolar modo verso tutto il settore giovanile provinciale, che considero come serbatoio di talenti che se fatti crescere con umiltà, perseveranza, sacrificio e temperamento, i sani valori dello sport, riusciranno a rilanciare non solo il movimento
cestistico catanese ma anche quello regionale“.