GIOVANILI. Coach Buzzanca confessa: “Alcune difficoltà ci hanno separato dal titolo. Grazie AndrosBasket e Basket Giarre per la collaborazione”

Coach Mara Buzzanca

Non sono mancate e non mancheranno le soddisfazioni per la giovani della formazione under 16 femminile dell’Alma Patti, squadra che

L’ Alma Patti under 16

quest’anno è quasi arrivata a centrare l’obiettivo grosso: vincere il titolo regionale di categoria e andare avanti almeno fino ai concentramenti internozna.

L’Alma è arrivata seconda alle spalle della Passalacqua Spedizioni Ragusa, gruppo bravo a vincere con merito il titolo siciliano (ribaltando anche la differenza canestri della gara di andata).
Non rimprovero nulla alle mie ragazze, nonostante l’esito stagionale non sia stato quello sperato. Nelle partite in cui tutto si decide entra sempre in gioco il fattore emozionale e noi non siamo state brave nel saperle gestire di sicuro. Un grosso rammarico conoscendo le doti tecniche e la preparazione delle mie atlete, ma è inutile piangere sul latte versato – fa sapere coach Mara Buzzancacon questo gruppo giocheremo lo spareggio interzona quindi stiamo continuando a lavorare, tuttavia il pensiero va a volte a quel che non è stato. Ad ogni modo bisogna andare avanti. La nostra stagione poteva andare meglio – ha continuato Buzzanca – se tutto il gruppo avesse avuto la possibilità di allenarsi in maniera continuativa e costante, qualcosa che in realtà non è stato possibile fare considerati gli impegni di gioco di giocatrici come Tumminelli con AndrosBasket in A2 e Alessia Malara stessa che si è aggregata solo a gennaio. Due ragazze di Giarre (Amico e Di Dio) si sono aggiunte successivamente a febbraio, inoltre ci sono stati dei problemi logistici ed altro. È certo – ha continuato l’allenatrice pattese – che non faremo un dramma di queste vicissitudini in ogni caso ci giocheremo le nostre chance per arrivare comunque ai concentramenti attraverso gli spareggi. È giusto si sappia però quali sono state le difficoltà che hanno separato la mia formazione dall’obiettivo che ci eravamo prefissate nella programmazione, tenendo in considerazione che abbiamo giocato contro una squadra di alto livello e con un roster di respiroo internazionale. In fine ci tengo a ringraziare AndrosBasket Palermo e il Basket Giarre per la collaborazione, e fare i complimenti alla Passalacqua Ragusa per il titolo vinto”