Il basket messinese fuori dal PalaTracuzzi per fare spazio alla pallavolo?

PalaTracuzzi di Messina
PalaTracuzzi di Messina

C’è una crescente preoccupazione nel basket messinese relativamente alla disponibilità del
PalaTracuzzi per la prossima stagione agonistica. L’impianto, recentemente rinnovato grazie ai finanziamenti del fondo Sport e periferie intercettato nel 2016 dalla giunta Accorinti, secondo le dichiarazioni dell’attuale giunta De Luca dovrebbe essere assegnato in gestione tramite bando, ma di rinvio in rinvio ancora la gara per l’aggiudicazione della struttura non è ancora partita. L’assessore allo Sport Giuseppe Scattareggia ha dichiarato che entro l’estate verranno pubblicati i bandi per la gestione delle strutture ancora vacanti, ma come emerge da due note inviate dal delegato provinciale Fip, Mario Maggio, sembra imminente la posa di un fondo in taraflex, superficie adatta per la pallavolo, ma assolutamente inutilizzabile per il basket. A beneficiarne, a scapito di tutta l’attività cestistica, sarebbe l‘Akademia Volley S. Anna, fresca di ripescaggio in  B1.

Come riportato dalla Gazzetta del Sud la locale squadra di pallavolo è interessata all’impianto di via Roccaguelfonia e sarebbe pronta alla posa del gommato che però di fatto precluderebbe alla pallacanestro l’utilizzo del parquet (fra l’altro parzialmente ripristinato coi fondi del bando Sport e Periferie). In questi giorni fra l’altro l’Akademia Sant’Anna è spesso presente al PalaTracuzzi, come testimoniato dalle foto postate sulla pagina Facebook della stessa società.

L’allenatore dell’Akademia Sant’Anna al PalaTracuzzi, foto del 23 luglio 2020 – pagina Facebook Akademia Sant’Anna

Il delegato provinciale Fip Mario Maggio, raccogliendo le preoccupazioni delle società peloritane aveva inviato lo scorso mese una nota all’amministrazione comunale chiedendo un confronto dove, fra le altre cose, si ricordava che:

Negli anni scorsi, su Vostre indicazioni, era stato trovato un equilibrio sulla destinazione degli impianti, ove possibile, ad un unico sport, in particolare pallacanestro e pallavolo, soprattutto per i regolamenti Federali che le società devono rispettare per poter svolgere la propria attività e per il numero di tesserati che, in città, annoverano le due Federazioni (FIP e FIPAV). Alla Pallavolo il cui campo è evidentemente più piccolo di un campo da Basket e quindi minori sono gli spazi di cui ha bisogno, sono stati assegnati gli impianti “palestra Juvara” e “palestrina Palarescifina”. In entrambi è stato impiantato il taraflex diventando di fatto inutilizzabili per qualunque altra attività (oltre che alcune palestre scolastiche dove, anche li, è stato montato il Taraflex). Alla pallacanestro sono invece stati destinati Palatracuzzi e Palestra Ritiro dove, invece, oltre alla pallacanestro vengono svolte, giustamente essendo impianti comunali, altri sport negli spazi lasciati liberi dalle società (Pattinaggio, danza ecc.).

Non avendo ottenuto risposta è di questi giorni la lettera in cui il delegato esprime le sue preoccupazioni: “Avendo riscontrato voci sempre più insistenti sulla posa, al Palatracuzzi, del taraflex che impedirebbe inevitabilmente di poter svolgere allenamenti e gare di basket faccio presente che, se le voci corrispondono ad una situazione reale, è enorme il disappunto della federazione e delle società che rappresento ed il disagio a cui le stesse si troverebbero ad andare incontro. Chiedo un incontro, anche alla presenza del sindaco, per chiarire l’attuale situazione e le prospettive per la prossima stagione al fine di garantire il prosieguo dell’attività alle centinaia di bambini e ragazzi tesserati dalla Fip“.