Il Green Basket Palermo ha affidato il ruolo di gm a Francesco Lima

Francesco Lima

Green Basket Palermo comunica ufficialmente di aver affidato il ruolo di General Manager all’esperto dirigente Francesco Lima. Un ritorno in biancoverde quello del navigato direttore palermitano, che insieme alla famiglia Mantia seppe costruire un gruppo, quello della stagione 2019/20, capace di scalare la classifica di Serie B, centrando il record di vittorie consecutive, vedendosi fermata nella sua entusiasmante rincorsa alla testa della classifica solo dall’esplosione della pandemia Covid, seguita poi alla sospensione e successivo annullamento del campionato.

Il gm degli Eagles Palermo Francesco Lima
Francesco Lima

Una carriera, quella di Francesco Lima, contraddistinta da grandi stagioni sportive: da quelle alla sala di comando dell’Ares Ribera, poi Ares Palermo nel 2006, e soprattutto nella Pallacanestro Trapani, che riuscì ad affermare prima in B1, con l’approdo anche in Lega2, e poi con la ripartenza dalla C infilando una doppia promozione, prima in Serie B e poi in Lega2. Nel 2014 il ritorno a Palermo, con l’Aquila in Serie B, sfiorando al primo anno la promozione in A2, seguendo poi con le esperienze sempre nella costruzione di gruppi di talento e carattere, con un occhio costantemente rivolto al bilancio, con Eagles e Palermo Basket (società di cui è attualmente presidente) e con la quale negli ultimi anni ha riportato in auge eventi di prestigio e inclusività come la 12 Ore Minibasket.

LE DICHIARAZIONI DI LIMA

«Ringrazio la famiglia Mantia per la fiducia – le prime parole del GM Lima nella sua seconda esperienza in biancoverde -. Il campionato di Serie B che si apprestiamo a cominciare riserverà grandi sfide e l’esigenza di misurarci con squadre blasonate in un girone che comprenderà piazze importanti in Lombardia, Veneto, Calabria e con formazioni siciliane dalla grande tradizione, come Capo d’Orlando, e in grande ascesa, come Ragusa. In aggiunta, il nuovo format del campionato che vedrà ben otto retrocessioni quest’anno ci impone la costruzione di una squadra che sin da subito possa dimostrarsi competitiva».