Il Gruppo Zenith mette nel mirino Trapani: “Tornare alla vittoria immediatamente”

Mazzù in azione (Foto Vincenzo Nicita Mauro)

Archiviata la prima sconfitta stagionale, il Gruppo Zenith Messina si prepara ad affrontare fra le mura amiche la Virtus Trapani, nel match valevole per l’ottava giornata del campionato di serie D Regionale. La squadra peloritana, agli ordini del coach Dani Baldaro e del preparatore Vincenzo La Torre, ha ripreso a lavorare in settimana: obiettivo tornare alla vittoria immediatamente. L’occasione è propizia per gli scolari, infatti, sul parquet dell’impianto di via Roccaguelfonia arriva la giovane formazione trapanese (6 punti in classifica) reduce dalla prima sconfitta interna in campionato, subita contro la Cestistica Torrenovese. La squadra allenata da coach Giacomo Genovese, lo scorso anno assistant coach di Lino Lardo alla Pallacanestro Trapani in serie A2, è composta dai migliori atleti under 20 della Virtus e della Pallacanestro Trapani. Punti di forza del team virtussino sono il classe ’97 Francesco Genovese, che viaggia ad una media di 15 punti a partita, Gaspare Asta (14) e l’esperto Alessandro Campo (11). In trasferta, i giallo blu hanno subito tre sconfitte su altrettante gare disputate. Sulla carta il pronostico è favorevole a Carnazza e soci, i quali vogliono smaltire sul parquet la rabbia e la delusione accumulate dopo il passo falso di Alcamo, che ha lasciato in “dote” ai messinesi anche la squalifica per una giornata del tecnico Baldaro ed una multa di 40 euro per offese frequenti del pubblico agli arbitri (da notare che erano presenti in tribuna soltanto due persone provenienti dalla città dello Stretto!).

Sulla Sconfitta di Alcamo è tornato in settimana il team manager Bruno Donia Sofio: “Al PalaTreSanti si sono affrontate due ottime squadre. Noi, dopo un inizio pessimo, acuito dall’inspiegabile espulsione del coach, abbiamo lentamente e con costanza ripreso il filo della partita, però abbiamo pagato, e non è la prima volta, un approccio troppo soft alla gara. Alla lunga il grosso sforzo compiuto per rientrare si è fatto sentire, e non siamo stati lucidi nello sferrare l’assalto decisivo che ci doveva portare al sorpasso. Ripartiamo con la voglia di riscattarci subito e la consapevolezza che Balestrate è un avversario che come noi dirà la sua fino alla fine. L’imminente rientro di Adorno ci ridarà maggiori rotazioni e possibilità di allenarci meglio alzando i ritmi”.

Ancora senza l’apporto del suo play titolare, il Gruppo Zenith Messina schiererà contro la Virtus Trapani il quintetto ormai collaudato. Un’eventuale vittoria permetterebbe alla squadra del presidente Zanghì di chiudere imbattuta in casa il 2015.

Il Gruppo Zenith Messina ricorda agli appassionati che al PalaTracuzzi sono stati predisposti dei contenitori all’interno dei quali si possono lasciare dei tappi di plastica. L’Associazione Salus D’Agostino, con il ricavato della vendita dei tappi, effettua il trasporto gratuito degli ammalati di tumore presso l’Ospedale San Vincenzo di Taormina per essere sottoposti a chemioterapia e tante altre attività volte a migliorare la qualità della vita dei malati oncologici in un momento difficile del loro percorso.

Palla a due alle ore 18 di sabato 12 dicembre al PalaTracuzzi, dirigeranno il match i signori Barbagallo di Acireale e Pugliesi di Acicatena.

Messina, 10 dicembre 2015


Sulla Sconfitta di Alcamo è tornato in settimana il team manager Bruno Donia Sofio: “Al PalaTreSanti si sono affrontate due ottime squadre. Noi, dopo un inizio pessimo acuito dall’inspiegabile espulsione del coach, abbiamo lentamente e con costanza ripreso il filo della partita, però abbiamo pagato, e non è la prima volta, un approccio troppo soft alla gara. Alla lunga il grosso sforzo compiuto per rientrare si è fatto sentire, e non siamo stati lucidi nello sferrare l’assalto decisivo che ci doveva portare al sorpasso. Ripartiamo con la voglia di riscattarci subito, e la consapevolezza che Balestrate è un avversario che come noi dirà la sua fino alla fine”.