Il PalaCatania è inagibile, Rainbow Catania è ufficialmente una squadra senza campo

Rainbow Catania ufficialmente itinerante: PalaCatania è inagibile
Rainbow Catania ufficialmente itinerante: PalaCatania è inagibile (ph. Chiara Borzì)

La Rainbow Catania è ufficialmente una squadra senza campo, itinerante, il PalaCatania è stato dichiarato inagibile dal Comune di Catania.

La comunicazione è stata data verbalmente alla società venerdì sera (24 febbraio), quando, allenandosi con un solo canestro, la squadra stava preparando la partita contro la Passalacqua Ragusa. Il documento in cui ufficialmente si legge dell’inagibilità del PalaCatania è stato, invece, ritirato oggi dal presidente della società, Fabio Ferlito. Al momento l’inagibilità è considerata fino a data da destinarsi, ovvero, sostanzialmente, fin quando il Comune di Catania non troverà un esperto che potrà lavorare sul danno accorso al parquet del PalaCatania che, cause le infiltrazioni che interessano il tetto della struttura, si è gonfiato sotto il canestro vicino il tunnel degli spogliatoi.

Il Comune ha svolto un primo sopralluogo, ma è stato stabilito che serve non un comune falegname per riparare il danno bensì un esperto che si occupi di parquet – ha dichiarato il dirigente della Rainbow Catania Alfredo Greco -. Abbiamo pagato il canone per l’utilizzo della struttura fino al 28 febbraio, ora diventava necessario ottenere la lettera che il comune ha prodotto ed inviato alle società, in cui si dichiara l’inagibilità, per dimostrare alla Fip Sicilia che per cause di forza maggiore non abbiamo più un campo. Forse, per la serie B, potremmo approfittare dello spazio che ha lasciato vuoto dalla Lazur al PalaArcidiacono nel week-end, visto che non giocherà i play off, ma rimangono grossi problemi per i campionati under 18 e under 14. Fino a ieri, a notte fonda, il presidente Ferlito lavorava per cercare disponibilità dei campi di Acireale e Adrano.. Allo stato attuale siamo una squadra senza campo – ha dichiarato Alfredo Greco – ma vogliamo completare i nostri campionati, non abbandonarli o ritirarci dalla competizione“.

Tira che tira, anche al PalaCatania, la corda si è spezzata. Ultimi a denunciare lo stato di degrado che interessa ormai la maggior parte delle strutture catanesi è stata Striscia La Notizia con un servizio che ha decisamente lasciato il segno.