Il punto dopo la decima giornata di C Silver

Pubblico Cefalù
Pubblico Cefalù

Nel turno appena trascorso del torneo continua la marcia delle battistrada: alle spalle della Zannella, capolista imbattuta, tengono il passo le due più dirette inseguitrici, ossia la Virtus Canicattì, impostasi con qualche affanno sull’ostico parquet di Catania contro il Cus con il punteggio di 67 a 76 (tra gli uomini di Coach Manzo sugli scudi i soliti Mancasola, 18 punti, e Giusti, 23) e la Irritec Costa d’Orlando, corsara in quel del PalaDonBosco ai danni del Green Basket Palermo per 64 a 74, in una partita fisica e spigolosa che ha visto i paladini sempre avanti nel punteggio durante il corso del match, seppur con margini mediamente esigui. Non è mancata, peraltro, qualche polemica riguardante la direzione di gara: a 27 secondi dal termine del match, infatti, un fallo tecnico comminato al bianco-verde Fazio (dopo una gran giocata di Boffelli, mattatore dell’incontro per l’Irritec con 18 punti, che aveva portato il punteggio sul 61-64, con un tiro libero ancora da effettuare) ha di fatto chiuso le ostilità, generando non poco disappunto tra le fila palermitane. Proprio il Green vede adesso aumentare il gap con le prime della classe, restando a 12 punti in coabitazione con Licata, sconfitto a Cefalù, e Siracusa, autrice di una vera e propria “mattanza” ai danni di Spadafora, con il punteggio di 92 a 52 (altra ottima prestazione di Smith, con 31 punti, ben supportato da Agosta con 17).
Dietro Cefalù, a 20 punti in graduatoria, e il duo CostaCanicattì a 18 continua il buon momento del Patti, che si impone nettamente al PalaZama di Ragusa per 82 a 58 grazie alla consueta verve della coppia americana CustisSaintilus, artefici di ben 41 punti in combinata; subito dietro ecco il Peppino Cocuzza a 14, che dopo lo scivolone interno contro Ragusa supera in scioltezza Milazzo, a cui non è ancora bastato l’innesto di un buon Pippo Mori (10 punti per lui) per mutare lo 0 alla voce “punti in classifica”. Il team filippese, che nell’ultimo turno ha potuto beneficiare del ritorno sul parquet del veterano Li Vecchi (18 punti a segno) è adesso atteso dalla sfida casalinga contro la capolista Zannella, nell’incontro di cartello dell’11esima giornata del campionato.
In zona salvezza importanti successi esterni dell’FP Messina sul campo di Giarre per 71 a 63, e del Gravina di Catania contro la Vigor Santa Croce per 70 a 81: proprio il team santacrocese viene staccato da Messina e Gravina, restando al penultimo posto in solitaria a quota 2 punti.
Nel prossimo turno, oltre alla già accennata sfida Peppino CocuzzaZannella Basket Cefalù, partite dagli spunti interessanti potrebbero essere il derby tutto agrigentino tra Licata e Canicattì, e la sfida del Pala Serranò tra Patti e Siracusa. Turno sulla carta non troppo impegnativo, invece, per la Costa d’Orlando che ospiterà al PalaValenti il Cus Catania.