Il punto sulla C Silver. Cefalù chiama la B, Patti in bilico

Coach Flavio Priulla

Mancano solamente due giornate al termine dei concentramenti interregionali che determineranno le formazioni promosse direttamente nel prossimo campionato di Serie B, così come quelle destinate a disputare lo spareggio in gara secca riservato alle seconde classificate di ogni “poule”, e se nel girone C  la classifica, dopo il turno appena disputato, ha assunto una piega ben delineata, più incerta risulta essere la situazione del girone D.

Nel primo dei due gironi, infatti, la Zannella Basket Cefalù, espugnando perentoriamente con il punteggio di 100 a 76 l’ostico parquet del Pala Di Leo di Cerignola, in un clima di civiltà e cordialità che dovrebbe rappresentare una cartolina di ciò che si intende per “sport” nella sua accezione più pura, ha mantenuto la propria imbattibilità nel gironcino, raggiungendo quota 8 in classifica e compiendo un passo deciso ma non decisivo verso la serie cadetta. Per Cefalù (già certa, nel peggiore dei casi, della seconda posizione) la promozione matematica potrebbe giungere già nel prossimo turno, in caso di vittoria esterna in quel di Teramo, o di successo di Cerignola a Pozzuoli.

Sontuosa la prova offerta in terra pugliese dagli uomini di Coach Priulla , che fin dal primo quarto hanno ottenuto una doppia cifra di vantaggio mantenuta durante tutto l’arco dell’incontro, e progressivamente dilatatasi nel corso del match fino al rotondo punteggio finale. I cefaludesi, sfruttando una eccezionale prova balistica (15 su 22 dall’arco) ed un sostanziale predominio sotto i tabelloni, hanno messo in mostra tutte le qualità di un roster profondo ed equilibrato, che oltre ad uno starting-five interamente in doppia cifra (Sims 18, Mollura – MVP dell’incontro con 4 triple cruciali e 9 rimbalzi per lui –  e Cooper 17, Sodero e Malagoli 14) ha portato in dote un fondamentale contributo di capitan Terrasi (6 punti a referto), De Lise (7), e del giovane Baiardo (7). Nulla da fare, quindi, per l’Allianz Udas Cerignola (Malat 18, Voss 14, Serazzi 11), costretta ad abdicare ad un’imbattibilità casalinga che si protraeva dallo scorso novembre. I biancazzurri udassini, fermi a quota a 2 in classifica, si giocheranno tutte le proprie chances di agguantare il secondo posto in graduatoria nella sfida di sabato prossimo al PalaErrico di Pozzuoli, contro una GMA Virtus Basket che ha avuto agevolmente ragione del Basket Teramo 2015 con il punteggio di 69 a 50, salendo al secondo posto con 4 punti in classifica. Match in equilibrio solo nel primo quarto quello disputato nell’impianto puteolano, con i padroni di casa (Aprea, Errico ed Orefice 12, Salzillo e Lewis 11) che hanno gradualmente preso le redini dell’incontro, imbrigliando un attacco biancorosso che ha visto in doppia cifra i soli Salamina (21) e Gaeta (12).

Per quanto riguarda il girone D, invece, situazione di classifica molto più incerta, con la Cilento Agropoli che ha inflitto la prima sconfitta della poule-promozione allo Sport è Cultura Patti con il punteggio di 86-68, ribaltando la differenza canestri maturata nell’incontro a campi invertiti di sette giorni prima. I cilentani, a 4 punti in graduatoria, ritornano così prepotentemente in corsa per la promozione diretta, tallonando Patti, prima con 6 punti, e agguantando la Diamond Foggia, caduta un po’ a sorpresa a Reggio Calabria per 72 a 69 contro la Vis, che ha così raccolto i primi due punti in classifica. Nel prossimo turno Patti renderà visita a Foggia, in un incontro il cui esito inciderà profondamente sulle posizioni di vetta della poule, mentre la Vis Reggio Calabria ospiterà Agropoli.

Crediti: Francesco De Rosa