Il punto sulla tredicesima giornata di C Silver, Cefalù ancora imbattuta

Pubblico Cefalù
Pubblico Cefalù

Il turno infrasettimanale dell’Immacolata presentava due fondamentali scontri al vertice il cui esito ha, per certi versi, ridisegnato le gerarchie per quanto riguarda le posizioni di testa del campionato alle spalle della capolista Zannella, ancora imbattuta dopo un agevole successo esterno per 82 a 41 sul Cus Catania.

Al PalaValenti di Capo d’Orlando, infatti, è andato in scena un accesissimo derby tra Costa e Sport è Cultura Patti, che ha visto gli ospiti prevalere per 83 a 74, agganciando proprio i paladini al secondo posto in classifica. La squadra di coach Sidoti ha condotto nel punteggio per tutto l’arco dell’incontro, grazie ad una difesa asfissiante che ha messo in difficoltà i cecchini biancorossi (buone prove solo per Boffelli, 24 punti, e Danna, 21) e alla prestazione maiuscola di Saintilus, dominatore del pitturato con 12 rimbalzi e ben 40 punti a referto. I pattesi sono riusciti a contenere i tentativi di rientro del team di coach Condello nonostante l’espulsione per doppio tecnico della guardia statunitense Custis (episodio che ha destato non poche polemiche) maturata interamente sul finire del terzo quarto, approfittando anche della stanchezza accumulata dalla Costa d’Orlando, protagonista solamente due giorni prima di una vera e propria battaglia sul parquet di Canicattì.

Ed è proprio da Canicattì che giunge l’altro risultato “roboante” di giornata: la squadra di coach Manzo, ancora a ranghi ridotti in attesa del nuovo acquisto Garner (in sostituzione di Mancasola) è costretta nuovamente a cedere il passo tra le mura amiche, questa volta contro il Green Basket Palermo per 75 a 90. Ottima prestazione di squadra quella dei palermitani, con ben 7 uomini in doppia cifra (migliori realizzatori Gullo con 16 punti, Lebo con 15 e Trevisano con 14) alla quale han cercato di tenere testa, tra le fila dei canicattinesi, gli esterni Giusti (24 pt.) e Portannese (21). Anche in questa gara non sono mancati alcuni strascichi polemici riguardanti l’arbitraggio (risoltisi, peraltro, in una squalifica del campo agrigentino per 2 giornate), a testimonianza del fatto che la lotta per le posizioni “nobili” della classifica sia entrata oramai nel vivo.

Alla luce di questi risultati la graduatoria vede la capolista Cefalù (26 punti, alla tredicesima vittoria in altrettante uscite) allungare sulla seconda piazza, occupata dal tandem Costa-Patti a 22, e sul terzo posto in cui si stabilisce Canicattì, fermatosi a quota 20. Subito dietro il Green Basket, a 18 punti, che dopo qualche battuta d’arresto di troppo riesce a non perdere ulteriore terrno dalla vetta, rilanciando le proprie ambizioni con un’affermazione in un importante scontro diretto, per di più su un campo tra i più ostici del torneo.

Subito dietro le “big” si colloca, a quota 16, un Siracusa in un ottimo momento di forma, che si impone a Gravina per 70 a 59 (sugli scudi il solito Smith, 25, e la coppia Agosta-Sorrentino), e la Studentesca Licata, a 14, che torna al successo contro Ragusa per 85 a 63 dopo 3 sconfitte consecutive (frutto, comunque, di un calendario che nelle scorse giornate ha posto i gialloblu di Castorina di fronte alle formazioni più quotate del campionato). Quella delle tre sconfitte consecutive è invece una realtà che si concretizza in questo turno per il Peppino Cocuzza San Filippo del Mela, che dopo la netta sconfitta in quel di Patti cede le armi piuttosto nettamente (e a sorpresa) sul campo di Spadafora (Stuppia 20) per 73 a 52, scivolando così in settima posizione a 14 punti e aprendo quella che potrebbe definirsi una “mini-crisi” di risultati. Spadafora, dal canto suo, con 10 punti all’attivo, si allontana decisamente dalla zona retrocessione, nella quale rimangono stabilmente Milazzo, ancora a 0, e Vigor Santa Croce (2 punti), rispettivamente sconfitte, in due sfide-salvezza, dal Basket Giarre, per 95 a 76, e dall’FP Messina, per 77 a 58 (quarta vittoria di fila per i peloritani capitanati da Claudio Cavalieri).

La prossima giornata vedrà la capolista Zannella impegnata, sul neutro di Barcellona Pozzo di Gotto, contro il fanalino di coda Milazzo; impegni casalinghi per la Costa d’Orlando (contro Spadafora), Patti (vs Gravina) e Green Basket (con il Cus Catania), mentre Canicattì farà visita al Peppino Cocuzza, in una sfida tra due formazioni intenzionate a “a riprendere il filo” con la vittoria, dopo le recenti battute a vuoto.