IMPIANTI. Il presidente Fip Gianni Petrucci si è espresso sul PalaPriolo

Gianni Petrucci
Il presidente Fip Gianni Petrucci
Il presidente Fip Gianni Petrucci si è espresso in merito alla chiusura del PalaPriolo, auspicando che l’impegno preso da più parti, possa portare ad una riqualificazione e quindi ad una nuova fruizione da parte di tutti.
E’ una comunicazione che il presidente della Federbasket ha inviato a Carlo Lungaro, ex presidente della Trogylos Priolo, e che lo stesso Lungaro ha voluto condividere con la stampa e le istituzioni interessate alla vicenda.
Non si chiuda il Pala Priolo!
Il Pala Priolo è un tempio laico dello sport, del basket in particolare. Chiuderlo non significa solo impedire alle squadre locali di fare attività sportiva, ma abbandonare un presidio di cultura, civiltà, progresso sociale e legalità.
Il Pala Priolo non è stato solo la casa del Trogylos Priolo, squadra femminile di basket che ha vinto una Coppa dei Campioni e due scudetti. E’ stato  anche un meraviglioso punto di riferimento per l’Italia tutta per organizzazione sportiva, programmazione, attività con e nel territorio.
Come Presidente della Federazione Italiana Pallacanestro son qui a far sentire forte e decisa la voce affettuosa di tutto il basket italiano affinché il Pala Priolo non solo non venga chiuso, ma inserito in un progetto di riqualificazione che sia non solo strutturale, ma al contempo culturale ed imprenditoriale.
Vi sono grato per il vostro impegno e per i vostri sforzi per salvare il Pala Priolo e son fiducioso che saprete attivare un circolo virtuoso di cui tutti, tra sport e società, tra atleti e cittadini, ne beneficeranno.
Non si chiuda il Pala Priolo!