IMPIANTI. Occhi puntati sul PalaBattiati (Catania), storica struttura nuovamente messa in sicurezza

PalaBattiati
PalaBattiati di Sant'Agata Li Battiati (Ct)

In una Catania (e provincia) che si spartisce come fossero un tesoro le ore disponibili all’interno degli impianti sportivi comunali (di scuole e palazzetti) non vandalizzati o chiusi, in vista della prossima stagione agonistica potrebbe arrivare una buona notizia che riguarda lo storico Palazzetto Comunale di Sant’Agata Li Battiati (Ct).
Il 15 ottobre 2017 l’impianto dovrebbe essere “restituito” alle società e la città con il ripristino delle condizioni di sicurezza, che permetteranno l’agibilità dei 700 posti disponibili.

A consegnare i lavori saranno il neo sindaco di Sant’Agata Li Battiati, Marco Rubino, e l’assessore allo Sport Salvatore Mavilla. “Oltre 600 persone erano escluse dalla possibilità di assistere alle manifestazioni e le attività sportive che sono avvenute all’interno del PalaBattiati – ha spiegato proprio Mavilla – per questo speriamo di consegnare in fretta il palazzetto una volta terminati i lavori svolti per metterlo a norma secondo gli standard di sicurezza. Servirà fare sicuramente altri interventi, che riguardano la copertura in primis e il ripristino degli ambienti, ma a questi dovremmo provvedere inseguito. Il nostro obiettivo è quello di esternalizzare la gestione della struttura, perchè riteniamo che il privato possa, in questo momento storico, avere maggiore attenzione rispetto al pubblico“.
Sul PalaBattiati rimangono aperte altre linee d’intervento, come quelle che potrebbero prevedere la creazioni di campi esterni (pallavolo, pallacanestro) e spazi anche per una disciplina come le bocce.

Non faremo progetti dove verrà chiesto al Comune di accendere dei mutui, ma parteciperemo a bandi di finanziamento a fondo perduto per ripristinare le due, tre situazioni critiche presenti – ha continuato l’assessore allo Sport del comune etneo –.Sulla copertura si è intervenuto oltre 2 anni fa e serve nuovamente un’azione importante contro le infiltrazioni per una copertura in acciaio che viene, però, continuamente messa alla prove dalle temperature altissime. Poi servirà intervenire sui bagni e l’idea di una possibile gestione del bar che sarà prioritaria, quest’ultima, solo al termine dei lavori più importanti“.
Indiscrezioni vogliono che il PalaBattiati faccia gola ad una importante società per ora attiva in un paese limitrofo a Sant’Agata Li Battiti. Ferma restando la presenza costante di altre discipline (pallavolo, futsal, pattinaggio) all’interno della struttura, a riguardo l’amministrazione ha fatto sapere che l’impianto non perderà, ma piuttosto incrementerà, la sua forte impronta dalla “palla a spicchi”.