Impresa di Agrigento che passa a Scafati 72-70, Martin top score con 21 punti

Scafati - Agrigento
Scafati - Agrigento

Salta il campo della capolista del girone Ovest della Serie A2: nel giorno del ritorno di Alessandro Piazza, la Fortitudo Moncada Agrigento sbanca il parquet della Givova Scafati per 72-70 al termine di una partita tiratissima e soprattutto dopo un finale davvero per cuori forti.

Dopo un inizio dominato dal centro di casa, Simmons, bravo a farsi trovare dentro l’area, Agrigento ha sistemato le rotazioni difensive con il passare dei minuti (sempre molto bravo De Laurentiis) e ha ragionato meglio contro la pressione dei padroni di casa, vogliosi di imporre il loro ritmo al PalaMangano.

Con la capacità di Kelvin Martin in uno contro uno, l’ingresso di un Piazza capace subito di tornare in regia con qualità e autorevolezza e la bravura nel mettere pressione anche sui tiratori di casa (Scafati si presentava come migliore nel tiro da tre, chiude con 6/30), arriva anche il primo sorpasso (32-30) ma si capisce che la partita sarà durissima fino all’ultimo possesso.

I biancazzurri rientrano male dopo l’intervallo (Baldassarre firma il +9 scafatese sul 48-39) ma hanno la capacità di riprendere lucidità con la scossa di Eatherton (ben imbeccato da Piazza) e di tornare a difendere come nei momenti migliori. Saccaggimanca il sorpasso con la tripla sul 50-48, ma la gara è totalmente aperta.

Agrigento ha preso il ritmo nella propria metà campo, soprattutto, e tiene i padroni di casa all’asciutto per molti minuti nell’ultimo quarto. Un clamoroso parziale di 16-1 viene innescato da 8 punti del capitano Chiarastella (con 2 triple consecutive) ed è chiuso dalla tripla di Saccaggi per il 68-57 (quando mancano meno di 3′), ma Scafati è squadra che non molla e alla Moncada manca qualcosa a rimbalzo per mettere il lucchetto a questa partita.

Piazza uscirà per cinque falli, chiudendo con 9 assist, 4 rimbalzi, 5 recuperi e 1 sola palla persa un rientro sontuoso.

Josh Mayo si sveglia nel momento migliore per i suoi, con una tripla fantastica per il -2 (69-71) e poco dopo Chiarastella fa 1/2 ai liberi tenendo aperto il discorso negli ultimi 10 secondi. Andrà in lunetta proprio Mayo, con 3 secondi sul cronometro: segna il primo, sbaglia volutamente il secondo e la palla gli ricapita in mano.

Per fortuna di Agrigento il tiro del possibile pareggio non va, e arriva una vittoria di grande peso specifico per i ragazzi di Franco Ciani.

Givova Scafati – Fortitudo Moncada Agrigento 70-72 (20-14; 34-36; 56-52)

Givova Scafati: Portannese 11 (1/2, 2/4, 3/4 tl); Baldassarre 8 (3/5, 0/4, 2/3 tl); Mayo 14 (1/8, 3/9, 3/4 tl); Simmons 23 ( 11/11, 0/1, 1/2 tl); Loschi 8 (1/2, 1/6, 3/3 tl); Crow 4 (2/3, 0/4); Spizzichini 2 (0/1 da tre, 2/4 tl); Rezzano (0/1 da tre); Melillo ne; Matrone ne. All.: Giovanni Perdichizzi

Fortitudo Moncada Agrigento: Martin 21 (5/11, 2/2, 5/8 tl); Evangelisti 8 (3/5, 0/2, 2/2 tl); Chiarastella 14 (3/5, 2/3, 2/4 tl); Saccaggi 16 (1/6, 3/7, 5/6 tl); Eatherton 8 (4/7); Vai; De Laurentiis 3 (1/3, 1/2 tl); Morciano ne; Visentin ne; Piazza 2 (0/1 da tre, 2/2 tl). All.: Franco Ciani