In 400 per festeggiare i 50 anni del San Luigi. Valeria Puglisi: “Il passato ci emoziona, ma con la nostra attività guardiamo al futuro”

I cinquantanni del San Luigi ad Acireale

50 anni e non sentirli. La pallacanestro all’Istituto San Luigi di Acireale è un patrimonio del basket acese, etneo e siciliano a cui non si può rinunciare. Difficile trovare atleti, allenatori, dirigenti siciliani che non abbia calcato il parquet di via Rote, rimangono memorabili i derby giocati contro il Basket Acireale, ed è un fiore all’occhiello l’attività minibasket e giovanile che si svolge all’interno della struttura.

Giorno 5 maggio il San Luigi ha compiuto 50 anni. Per festeggiarlo sono stati presenti ad Acireale le principali cariche istituzionali della città e del basket: il sindaco Stefano Alì, il presidente Fip Riccardo Caruso, il vice presidente Salvo Curella e l’ex presidente Antonio Rescifina. E per l’istituto fratel Calabretta (oggi novantenne), con il promotore del basket sanluigino Franco Alessandro e fratel Alberto (curatore della costruzione della palestra), insieme a fratel Celestino che è direttore dell’istituto.

400 persone tra atleti, ex atleti, ex allenatori e genitori hanno festeggiato i 50 anni del San Luigi di Acireale.

Ringraziamo i genitori perché il loro supporto continua a manifestarsi per ogni attività e in ogni circostanza – esordisce la responsabile minibasket e settore giovanile Valeria Puglisi -. I 50 anni del basket al San Luigi sono un evento riuscito! Dopo un momento di preghiera con la Santa Messa abbiamo giocato insieme, con partite disputate dalle squadre di minibasket e basket giovanile del San Luigi, poi ci siamo trasferiti nel teatro della scuola dove ci sono stati dei momenti toccanti che hanno contraddistinto la giornata. Sono rifioriti tanti ricordi sempre però pensando al futuro della nostra società, con la speranza che tutto ciò che è stato trasmesso e che trasmetteremo possa sempre continuare nel tempo. Un grazie – ha concluso Puglisi – va alla società nella persona del presidente Turi Pennisi e dei suoi e consiglieri Sandro Pistarà, Carmelo Nicolosi e Lillo Corvaia, che hanno permesso, con me, all’ottima riuscita dell’evento e un grazie a tutto lo staff tecnico per la collaborazione