L’A1 femminile in chiaro, intervista esclusiva a Matteo Gandini (Sportitalia)

Insieme a Mario Castelli il giornalista commenterà su Sportitalia i primi incontri in onda sul digitale terrestre dell'A1 femminile. "Trasmettere il basket in chiaro è fondamentale per fare adepti", spiega Matteo Gandini

Matteo Gandini, da febbraio commenterà per Sportitalia le prime partite trasmesse in chiaro della Lega Basket Femminile

Per gli appassionati e i tifosi delle 14 squadre che disputano la Almo Nature Cup 2015/2016 la notizia è da prima pagina. Da questa domenica Sportitalia trasmetterà in chiaro un main event del campionato di A1 della Lega Basket Femminile, incontri visti fino alla scorsa stagione solo su Sky. Per molti una scommessa già vinta, tanto che è subito cresciuto l’entusiasmo e i tanti si stanno già preparando a gustare la prima partita da vedere in tv sui canali 60 o 153 del digitale terrestre, cioè il derby tra Fila San Martino di Lupari e Umana Reyer Venezia. A commentare gli incontri (da metà febbraio) sarà Matteo Gadini, giornalista che abbiamo intervistato in esclusiva.

Matteo, che attese ha creato questa partnership?

Le attese sono tante – spiega il telecronista di Sportitalia – La Lega un ottimo partner e credo lavoreremo bene insieme. Questo progetto terminerà con la fine della stagione, ma abbiamo trovato diversi punti d’accordo che ci fanno ben sperare per il futuro. Si può pensare ad ampliare gli spazi nei prossimi anni e collaborare più a lungo“.

Cosa ha fatto scoppiare la scintilla?

In passato avevamo già avuto dei contatti con la Lega Basket Femminile, ora ci siamo ritrovati. Inoltre, il presidente Paolo De Angelis non era soddisfatto dell’accordo raggiunto tra Fip e Sky e ha cercato soluzioni alternative, trovate con Sportitalia. Personalmente – spiega il giornalista – ho poi cercato di portare sempre più basket possibile su Sportitalia e tutto è riuscito a concretizzarsi negli ultimi mesi“.

Riuscire a portare uno sport “minore” in tv vuol dire rendere più “democratica” la tv stessa?

Questo è un discorso lungo, difficile e articolato. Nel basket femminile c’è poco appeal, ma più in generale tutti fanno fatica a costruire un prodotto televisivamente appetibile in questo momento storico. Mancano investimenti importanti, ma c’è da contare anche l’errore che commettono le leghe: cioè pensare che debba essere solo la televisione a scommettere sui campionati. In realtà è il contrario, sono le società e le federazioni che devono farlo per darci un prodotto su cui poter investire. Gli sport minori devono cercare adepti, per questo secondo me la visibilità in chiaro è fondamentale. Sky ha bravi commentatori e un servizio superiore, ma immaginiamo cosa sarebbe potuto accadere se tutti avessimo avuto la possibilità di vedere le partite giocate dalla nazionale italiana agli Europei in chiaro? Mandare il basket sul criptato credo sia al momento un suicidio.

Assolti gli impegni su Mediaset, dove commenta gli incontri di NFL, Matteo Gandini sarà in diretta su Sportitalia per raccontare i big match dell’Almo Nature Cup. Giorno 24 l’incontro in palinsesto sarà quello tra Passalacqua Spedizioni Ragusa Givova Battipaglia.