L’Amatori Messina Under 16 si gioca tutto contro Trapani

Amatori Basket Messina Under 16 campione regionale 2014-2015
Amatori Basket Messina Under 16 campione regionale 2014-2015

Dopo l’inaspettato stop contro i cugini barcellonesi di due turni, i ragazzi del Progetto Club (Amatori Basket Messina – Life – Ganzirri) hanno lasciato accesa la speranza di passare ancora nelle prime tre della Sicilia vincendo in casa contro l’Aquila Palermo (+51) e ad Agrigento contro la Fortitudo (+28). Per i neroarancio domenica 24 (ora 16:45 PalaTracuzzi) è ancora possibile la qualificazione al turno successivo nell’ultima partita della stagione regolare. Per farlo i campioni regionali under 15 della passata stagione dovranno vincere contro la seconda forza della Sicilia, già matematicamente qualificata alla fase interregionale con la Calabria e sperare che la corazzata Pegaso Ragusa (11 vittorie su 11) rispetti il pronostico andando a vincere a Barcellona. La combinazione di risultati è abbastanza probabile perché le prime tre classificate del proprio girone regionale, conservano nella seconda fase il punteggio degli scontri diretti, poiché non giocheranno più tra di loro ma affronteranno tre formazioni calabresi. Le avversarie della seconda fase, quasi sicuramente Lumaka Reggio Calabria di coach Gaetano Gebbia dove gioca Matteo Laganà uno dei più forti 2000 d’Italia, Fortitudo Lamezia di coach Pasquale Iracà, e la Smaf Catanzaro di coach Pronestì si sfideranno con le siciliane in un girone all’italiana e quindi se per Ragusa perdere potrebbe significare presentarsi con 2 punti di meno in classifica rispetto alle tre formazioni calabresi, per Trapani una sconfitta sarebbe ininfluente. La formazione di Canella infatti partirebbe in ogni caso con 2 punti in classifica sia che vinca o perda domenica, a causa della sconfitta casalinga contro Barcellona. Nella migliore delle ipotesi infatti con le vittorie di Ragusa contro Barcellona e Amatori contro Trapani, arriverebbero 3 squadre a 16 punti ed in virtù degli scontri diretti e della differenza canestri la seconda classificata sarebbe Trapani e la terza l’Amatori avendo una migliore differenza canestri contro Barcellona (vittoria di 7 e sconfitta di 5). Appare evidente che le motivazioni di capitan Di Dio e compagni ad accedere al turno successivo dovranno  fare la differenza.
Ci sono dunque tutti i presupposti per assistere ad una partita giovanile di alto livello, Trapani ben allenata da coach Cannella gioca un basket intenso come pochi, con grande aggressività in difesa, ed un attacco veloce sfruttando gli spazi creati dal movimento continuo e vanta dei ragazzi di notevole interesse, alcuni anche reclutati in giro per la Sicilia. I ragazzi di coach Restanti non sono da meno e faranno di tutto per conquistare vittoria e qualificazione, che sarebbe un giusto premio per la chi ha creduto fortemente in questo Progetto (Mario Maggio, Guido Restanti e Claudio Currò).