L’Aquila Palermo non perde la testa nel finale, vittoria per 57-52 ad Isernia

Federico Requena - Aquila Basket Palermo
Federico Requena - Aquila Basket Palermo

Pomeriggio complicato per i biancorossi in Molise, più forti della stanchezza e delle difficoltà: battuto Il Globo 52-57 e terzo posto

Un pomeriggio complicatissimo, un avversario in forma e determinato a compiere l’ennesimo sgambetto ad una big del girone, ma la risposta dei biancorossi è stata rabbiosa e di livello. L’Aquila Palermo cala la quarta vittoria consecutiva sul parquet di Isernia,sconfiggendo Il Globo per 52-57.

Non un pomeriggio indimenticabile al tiro quello dei biancorossi nella 12° giornata del girone C di Serie B. Tutto l’opposto della prima parte di gara dei padroni di casa di coach Cardinale, micidiali sorpattutto con le principali bocche di fuoco Guagliardi (15 punti) e Patani (doppia doppia con 17 punti e 13 rimbalzi) che insieme all’aiuto di capitan Genitili (9 punti e 10 assist) hanno praticamente fatto tutto loro per i molisani.

Le triple di Cozzoli e di un Rizzitiello da 18 punti tengono a contatto i biancorossi di Tucci per tutta la gara, e anche quando Isernia sembrava dover scappare nel secondo periodo (+11), il lavoro dei lunghi Requena eAntonelli unitamente a quello dei tiratori scelti palermitani, ha permesso ilcontroparziale di 10-0 che ha poi trascinato la gara in equilibrio sino alla fine.

Proprio nel finale, con i siciliani provatissimi, lo slancio decisivo dettato ancora una volta dall’esperienza e dalla maggior freddezza nella gestione dei ‘palloni pesanti’. Pochi, quasi nulli, gli errori dalla lunetta, con Stella eMerletto sempre tra i più precisi, riuscendo poi a chiudere la porta in faccia ad Isernia in difesa.

Una vittoria sudata in maniera quasi inaspettata, ma per questo doppiamente importante, che proietta l’Aquila Palermo al terzo posto a quota 18 alla pari con Palestrina, sconfitta a Napoli. Martedì altra trasferta di campionato, nell’anticipo contro Fondi (ore 16).