L’Irritec è pronta all’esordio in campionato: un cuore sulla canotta in ricordo di Lorenzo De Lise

Lorenzo de Lise insieme al presidente della Costa Mauro Giuffrè il 31 luglio del 2014

Si è svolta nella serata di ieri presso lo “Your Beer”, a Capo d’Orlando, la presentazione ufficiale dell’Irritec Costa d’Orlando, compagine impegnata nel prossimo campionato di Serie C Silver.

Alla presenza di un pubblico di appassionati, il roster biancorosso è stato presentato in vista della prima uscita stagionale in campionato, prevista per domenica 2 ottobre a Palermo contro il Green Basket. A dar voce alla squadra ci ha pensato il capitano Luca Sgrò, orlandino doc e fiero portacolori della Costa. «La nostra è una squadra molto giovane ma non per questo meno competitiva rispetto al passato – ha affermato l’ala paladina -. L’obiettivo è fare il massimo possibile, per tenere ai vertici una squadra che ha dimostrato di meritare palcoscenici importanti in passato. Giocare per la Costa è un grande privilegio, esserne il capitano un onore».

Ha preso quindi la parola Giuseppe Condello, allenatore e direttore sportivo paladino, nonché vera anima della Costa d’Orlando e rappresentante di uno staff tecnico d’élite. «Sono felice di quanto i ragazzi hanno fatto nel precampionato – ha ammesso il coach biancorosso -. Purtroppo, però, le vittorie raccolte fino ad oggi non muovono la classifica. Sono comunque molto soddisfatto del mio roster e del gruppo che si è già formato. Abbiamo tante varianti, la possibilità di giocare spalle a canestro o con veloci contropiedi e questo è certamente un punto a nostro favore. Dopo due anni al vertice del campionato di Serie C vogliamo confermarci ad alti livelli ma è giusto volare basso, senza fare proclami. La seconda fase di C è sempre un’incognita, impossibile fare previsioni. Noi abbiamo solo il dovere di lavorare al massimo per onorare al meglio questa maglia».

Spazio poi al responsabile della gestione sponsor, Enzo Triscari, che ha tenuto a ringraziare tutti i partners commerciali, linfa vitale e sostegno di una realtà che cerca sempre di consolidarsi e migliorarsi dentro e fuori dal campo. A tal proposito, sono stati accolti all’interno della famiglia biancorossa Nuccio Oriti, nuovo dirigente paladino, e Salvatore Corona, che si prodigherà nel dare supporto alle squadre giovanili.

«Il nostro obiettivo principale resta il settore giovanile – ha esordito invece il Presidente Mauro Giuffrè, sempre attento ai più giovani e che ha anch’esso speso parole di gratitudine per tutti coloro che sono vicini alla società paladina -. La Costa d’Orlando nasce con l’intento di dare ai più piccoli la possibilità di crescere, maturare come atleti ma soprattutto come persone. Tutto questo divertendosi con lo sport e favorendo una loro integrazione in un contesto sociale di più ampio respiro. Purtroppo a Capo d’Orlando c’è una carenza di strutture. L’anno passato ad ottobre siamo stati costretti a chiudere le iscrizioni per il settore giovanile per mancanza di orari liberi al “PalaValenti” e con nostro enorme dispiacere potrebbe accadere anche quest’anno. Stiamo comunque cercando di trovare una soluzione grazie al nuovo Sindaco Franco Ingrillì. È chiaro che i risultati ottimi che ha colto la prima squadra in questi anni ci rendono orgogliosi e siamo felicissimi di continuare su questa strada, senza però mai perdere di vista la priorità che è quella di far emergere il talento locale. Per questo, sono contento di avere più di metà roster proveniente da Capo d’Orlando».

In chiusura, coach Guido Vittorio, assistente allenatore di Condello e Responsabile del Settore Giovanile della Costa che parteciperà ai campionati under 13, under 14 e under 18, ha rivolto al pubblico parole pregne di significato rispetto al lavoro fatto con i giovani dallo staff biancorosso: «I primi anni per noi sono stati molto difficili a causa dei noti problemi di strutture che quotidianamente abbiamo affrontato – ha spiegato Vittorio -. Nonostante ciò, non ci siamo mai tirati indietro, abbiamo lavorato sodo, creando una struttura solida che ha già lanciato qualche giovane in prima squadra. Quest’anno toccherà ad Alessio Ferrarotto ma spero in futuro di riuscire, con il lavoro di tutti, a portare sempre più ragazzi del posto in prima squadra, ai massimi livelli possibili. Faccio un piccolo appello ai genitori: la pallacanestro è un impegno come la scuola, una cosa non esclude l’altra. Bisogna crescere con il corpo e con la mente, insieme agli altri. Il sogno è quello, un giorno, di vedere una Costa composta esclusivamente da orlandini».

Nel corso della serata è stata presentata anche la canotta ufficiale per la stagione 2016/2017. Oltre agli sponsor principali, sarà presente in alto a sinistra un piccolo cuore in ricordo di Lorenzo De Lise, ex atleta della Costa tragicamente scomparso in estate per via di un incidente stradale. Ciao Lollo, sempre con noi.