LNP. Le possibili modifiche che cambieranno il campionato di Serie A2

Da Pianetbasket.com

Nella riunione di ieri tra la dirigenza di LNP e i 27 club che la compongono, sono stati fissati alcuni paletti, vecchi e nuovi, per la stagione che va ad incominciare e come confermano le indiscrezioni pubblicate dalla stampa nazionale oggi.

Promozioni. Assicurazione definitiva delle due promozioni in A a prescindere dalle scelte di Lega Basket sul format del campionato professionistico 2021/22.

Calendario. Definito lo spostamento d’ufficio, salvo diversi accordi tra i club, dei turni infrasettimanali dei prossimi 2 mesi (25 novembre, 2 dicembre e 6 gennaio) spostati rispettivamente al 17 febbraio, 24 febbraio e 10 marzo.

Retrocessione e luxury tax. Dopo ampia discussione, non trovato accordo sul discorso del “paracadute” per le retrocessioni in B: la proposta di LNP della luxury tax da pagare per la riammissione nel 2021/22 (40mila euro per la quartultima, 60 per la terzultima, 80 per la penultima e 100mila per l’ultima più fidejussione da 120mila euro – già prevista quest’anno per i club riposizionati o oggetto di lodi esecutivi nell’ultimo triennio – e una quota servizi LNP da 42mila euro rispetto ai 21mila del 2020/21 per le società rimaste in A2 e 35mila per le riposizionate e le ripescate). Non c’è stata unanimità di gradimento e qualche club si è riservato di formulare una proposta alternativa ferma restando l’impossibilità di un blocco totale delle retrocessioni per il no della FIP.