Mara Buzzanca sul comunicato Stella Basket: “Sbagliato scambiare il nostro approccio per mera aggressività nel gioco”

Mara Buzzanca

Allo staff dell’Alma Patti Basket non sono andate giù alcune osservazioni contenute all’interno del comunicato stampa diffuso da Stella Palermo dopo il match giocato al PalaMangano.

Dopo alcuni contatti avuti con la dirigenza palermitana, che ad ora non hanno sortito seguito nonostante le rassicurazioni, coach Mara Buzzanca ha scelto di condividere il proprio punto di vista spiegando perché non è possibile parlare di “difesa ben al di sopra dell’aggressività” o di “pressing verbale nei confronti della coppia arbitrale” o di un’Alma protagonista di una “cinica battaglia fisica“.

Solitamente non prendo posizioni, ma in questa circostanza ho considerato molto poco corrette e poco sportive le parole che ho letto nel comunicato degli amici della Stella Palermo – spiega l’allenatrice -. Tengo a precisare che il modo di giocare dell’Alma Basket Patti rispecchia la lealtà e la correttezza che da allenatrice ed educatrice cerco di trasmettere alle mie ragazze e spero nessuno possa mettere in dubbio questo nostro principio. Per noi esistono valori sportivi e morali da rispettare e che rimangono imprescindibili dal raggiungimento di un risultato sportivo. Siamo una squadra competitiva e mantenere un determinato approccio alla gara non può essere frainteso come un eccesso nei confronti delle nostre avversarie. Il mio compito è mantenere sempre alta l’asticella dell’attenzione perché devo abituare la mia squadra ad una pallacanestro molto più intesa e complicata, che vogliamo affrontare nel futuro più immediato. Ci scusiamo se questo possa dar fastidio. Vogliamo eliminare le polemiche sterili, ma se ci fosse qualche dubbio a riguardo, contro Stella Palermo abbiamo giocato senza Craciun, lasciato Kramer in panchina nel quarto quarto il quarto e rinunciato a Chiarella out per cinque falli. Rimaniamo una squadra che non supera i 26 anni di media, con cinque under 18 che hanno giocato quasi tutta la partita ed in particolare tutto il quarto quarto. Abbiamo ricevuto i complimenti da parte del presidente della Stella Palermo e dei suoi dirigenti con la quale abbiamo instaurato un ottimo rapporto, quindi sono certa questo episodio sia stato solo un brutto malinteso“.