MERCATO. Liliana Miccio primo innesto dell’AndrosBasket Palermo

Liliana Miccio
Liliana Miccio

L’AndrosBasket mette a segno il suo primo colpo di mercato: arriva Liliana Miccio, ala classe ’89 la scorsa stagione in forza alla Bonfiglioli Ferrara.

Miccio è una giocatrice con un invidiabile curriculum nella categoria. Nata a Cava de’ Tirreni (SA), esordisce tra le senior nella stagione 2005/2006 con la Polisportiva Battipagliese con cui disputa quattro stagioni; nel 2009/2010 per lei un anno di A2 ad Alcamo dove brilla e fa registrare una delle sue migliori stagioni a 12.6 punti di media con grandi percentuali dal campo (51% da due, 40% da tre, 81% ai liberi); in seguito tre esperienze a Cagliari, Napoli e Salerno in A2 in cui offre un solido contributo in attacco e difesa; l’ala campana si esalta e s’afferma come una delle migliori della categoria con la maglia di Ferrara, quattro anni sempre oltre la doppia cifra di media e tanti risultati di alto livello. col risultato finale di due semifinali Playoff e due semifinali di Coppa Italia. Nell’ultima annata 11 punti e 4.1 rimbalzi di media, col 35% da tre punti è diciassettesima in A2 (27 squadre) nella specialità.

L’arrivo di Miccio colma sicuramente una lacuna nel roster che Palermo aveva un po’ sofferto nella scorsa stagione, dando a coach Maurizio Giordano una 3, all’occasione anche 4 atipica, che possiede caratteristiche come punti nelle mani, grande personalità e abitudine a giocare le partite importanti, oltre che un pericoloso tiro, sia costruito dal palleggio che piazzato (37% da tre in carriera, con un picco al 43% due stagioni fa). L’ala commenta con grande entusiasmo il suo arrivo a Palermo e il ritorno in Sicilia: «Qualche anno fa ho giocato ad Alcamo, e lì ho lasciato un pezzo di cuore, quindi tornare in Sicilia per me è come se fosse “un ritorno a casa”. L’interesse di Palermo nei miei confronti c’è stato fin da subito e già questa è una cosa che mi ha attirata molto, – continua – perché comunque per una giocatrice la stima da parte di una società fa sempre piacere, è un qualcosa in più». Il progetto ha pienamente convinto Miccio, che aggiunge: “Dopo che la società mi ha parlato dei suoi nuovi obiettivi ho pensato che questa sarebbe stata una bella opportunità. Avevo bisogno di nuovi stimoli e penso che a Palermo ci toglieremo qualche soddisfazione. Come ho detto prima: non vedo l’ora di ritornare a casa”