Moncada Agrigento, fiducia e consapevolezza contro Givova Scafati

Latina - Agrigento
Latina - Agrigento

Agrigento “ammazza grandi”? Dopo aver battuto Casale Monferrato, la Moncada Agrigento può sperare in un bis contro Givova Scafati. La formazione allenata dal siciliano Giovanni Perdichizzi (fresco di nomina all’All Star Game di A2) occupa la prima posizione nel girone Ovest, lasciando Agrigento a quattro punti di distacco, distanza che si accorcerebbe a due sole lunghezze in caso di vittoria degli agrigentini. Fiducia, ma soprattutto consapevolezza di dover affrontare un match difficile, caratterizzano la squadra siciliana a 48 ore dalla palla a due.

Coach Franco Ciani analizza cosi il match in programma domenica (ore 14:15) al PalaMangano.

“Scafati è la prima in classifica, questo riassume nel modo migliore le difficoltà della partita. La Givova è la squadra che finora ha dimostrato grande consistenza e continuità di risultati secondo le previsioni e le aspettative, una volta vista la costruzione della squadra. Una squadra che ha giocatori e obiettivi importanti. Tirano con percentuali eccellenti, 4 volte su 11 è andata oltre i 100 di valutazione, ha sempre vinto anche partite difficili con autorità, anche avendo vantaggi molto consistenti. Scafati non è Mayo e Simmons, ma anche Portannese, Loschi, Baldassarre… I primi 8 sono giocatori da quintetto, sarà, dunque, un’avversaria difficilissima. Inoltre torniamo a giocare davanti alle telecamere di Sky: questo porta alla mente ricordi belli della scorsa primavera, è una presenza che dà enfasi e importanza a quello che per la classifica è il big match della giornata. Piazza? Abbiamo avuto l’ok per reinserirlo con cautela, dobbiamo rispettare questo. Si allena con noi e già questo contribuisce alla crescita della qualità degli allenamenti, oltre a rappresentare un aspetto emotivo importante. Come spesso accade in queste situazioni si corre il rischio che tutti abbassino la soglia dell’attenzione, ma è ovvio che Alessandro non può essere al 100%: deve riprendere ritmo del gioco, confidenza con il sistema, feeling per la partita, cose che due mesi di inattività hanno inevitabilmente coperto di polvere”.

Queste invece le parole di Albano Chiarastella, giocatore riferimento della Moncada Agrigento: “Sarà sicuramente una partita molto combattuta. Siamo fiduciosi e consapevoli della difficoltà della gara: hanno tanto talento in tutti i ruoli, ma cercheremo di imporre subito il nostro ritmo, sfruttare la difesa che è la nostra forza, e giocare di squadra per ottenere un altro grande risultato come abbiamo fatto fino a oggi”.