Orlandina e Betaland, firmato l’accordo per un altro anno di partership

Francesco Venza, Carmelo Mazza, Enzo Sindoni
Francesco Venza, Carmelo Mazza, Enzo Sindoni nel giorno del rinnovo della partership

Enzo Sindoni (Presidente Orlandina Basket): “Se abbiamo voluto rendere pubblico questo incontro e perché c’è qualcosa in più di una semplice firma e di un accordo commerciale da far conosce, che fa si che Betaland sia il main sponsor dell’Orlandina anche per il campionato di Serie A 2017/2018. Le parole in più che voglio dire oggi vogliono spiegare la capacità avuta da questa partership d’aver generato in questi due anni non soltanto gli ottimi risultati sportivi che avete visto, in cui abbiamo raggiunto una costruzione tecnica e societaria grazie alle risorse che Betaland ci ha dato, ma d’aver favorito una crescita grazie soprattutto alla serenità con cui questo rapporto si è sviluppato. Uno dei momenti più significativi della scorsa stagione è stato il soggiorno a Malta. Siamo entrati a casa Betaland come siamo entrati in ogni mattina in casa Orlandina. Ringrazio agli “uomini territoriali” di Betaland che ci hanno aiutato a consolidare questo rapporto che prima di commerciale, lo ripeto, oggi è umano. Per questo la trattativa si è rapidamente conclusa, non abbiamo né pensato né discusso né trattato un’ipotesi diversa da quella che poteva essere la prosecuzione del rapporto. L’accordo raggiunge alla sua terza annualità e dunque non siamo solo chiamati a confermare la validità della nostra struttura societaria, ma la nostra “spettacolarità”. Pensando proprio alla frase compresa nel logo Betaland,”Fun first”, penso che l’Orlandina sia stata in grado di far divertire. Questa capacità ci rende ancora più aderenti a Betaland e vicini a loro“.

Melo Mazza (CEO Betaland): “Ringrazio per quanto fatto in questi due anni. Ci siamo sentiti molto parte di questa comunità, oltre che essere parte dei risultati sportivi della squadra. Sulla trattativa, non c’è stata trattativa! La fatica è stata parlare di aspetti commerciali e non commentare i risultati. Noi siamo molto contenti di proseguire il rapporto con l’Orlandina per due motivi: questa era la prima partnership importante nel mondo dello sport dopo essere entrati nel mercato italiano; l’Orlandina ci ha consentito per la prima volta di appassionarci o riscoprire il basket. Durante lo scorso anno abbiamo smesso di commentare il calcio e chiedevamo cosa avesse fatto l’Orlandina! In una società di scommesse è molto particolare che questo accada. I risultati positivi hanno chiaramente aiutato, ma anche nei momenti di bassa non è venuta meno la tensione nel sostenere uno sport che è davvero bellissimo. Speriamo quest’anno di poter portare qualcosa di più in termini di creatività e speriamo che l’Orlandina cresca ancora di più in termini di risultati. E magari che arrivi in futuro un risultato di sicuro prestigio“.

Queste le dichiarazioni del patron dell’Orlandina Enzo Sindoni e del CEO di Betaland Carmelo Mazza, prima della firma del contratto avvenuta al PalaFantozzi di Capo d’Orlando alla presenza anche del gm Francesco Venza, al suo 19° anno nella società paladina. Società e sponsor hanno rinnovato la partnership anche per la stagione 2017/2018.